Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

Gli arresti, subito dopo la vendita di dosi ad acquirenti, a Lecce. La squadra mobile ha sorpreso i due parenti, noti alle forze dell’ordine, nei pressi di un box

Il materiale sequestrato in serata.

LECCE – Armi e droga in un box di Lecce: nuovi guai per due pregiudicati del posto. Le manette sono scattate in serata, durante un’attività della squadra mobile della questura, coordinata dal vicequestore Alessandro Albini. Andrea Saponaro, 28enne e suo zio, Cristian Salierno, di 36 anni, sono stati fermati in flagranza di reato dagli agenti. Il 36enne è un nove noto alle cronache locali per essere stato coinvolto, negli anni scorsi, nell'operazione "Little Devil" eseguita dai carabinieri del comando provinciale e per essere stato accusato, successivamente, anche del reato di evasione.

I due sono stati tenuti sotto osservazione per diversi giorni, da parte del personale della Polizia di Stato. Fino a quando, in serata, sono stati sorpresi a cedere droga ad acquirenti. Saponaro, fermato anche nei mesi scorsi per lo stesso reato, stava vendendo delle dosi a due individui. Si tratta di una decina di grammi di cocaina, immediatamente sequestrata dalla polizia. Gli agenti hanno fermato zio e nipote mentre stavano per chiudere la porta del garage di una palazzina, una volta terminata la “vendita”. La perquisizione ha consentito il ritrovamento di 400 grammi di hashish, 94 grammi di hashish suddivisi in 20 dosi e 75 grammi di cocaina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre allo stupefacente, però, anche armi e munizioni: una pistola semi-automatica calibro 9 per 21 con matricola abrasa e completa di serbatoio con nove cartucce, una rivoltella calibro 22 e la somma di 670 euro in banconote di vario taglio. Il denaro è finito nelle mani dei poliziotti assieme al kit per il confezionamento delle dosi di droga. Al termine del controllo e una volta accompagnati negli uffici della questura per accertamenti, i due sono stati accompagnati nel carcere di Borgo San Nicola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

  • Dall’epidemiologo “supposte di realismo”: al Sud a rischio il 99 per cento dei cittadini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento