Cronaca

Tenta la fuga durante la perquisizione e spintona un carabiniere. Nei guai un pastore

L'uomo, noto alle forze dell'ordine e residente a Squinzano, ha reagito male alla vista dei militari, sopraggiunti per eseguire un'ispezione. Scappato lungo le campagne adiacenti, ha strattonato un uomo dell'Arma, finito per terra. Raggiunto, il 27enne è finito in manette

Il carcere di Lecce

SQUINZANO – Neppure alla vista dei militari ha desistito. I carabinieri di Squinzano, assieme ai colleghi dell’unità cinofili di Modugno, si sono presentati presso la sua masseria, nella serata di mercoledì, per eseguire una perquisizione, convinti che potesse nascondere delle armi. Ma Roberto Napoletano, un pastore 27enne noto alle forze dell’ordine, nato a san Pietro Vernotico e residente nel comune a nord di Lecce, non ha gradito quell’intrusione da parte dell’Arma.

Si è scaraventato contro uno degli uomini in divisa, e ha tentato la fuga nelle campagne e, nella furia di quello spintone, il carabiniere è precipitato per terra, rimediando alcune escoriazioni giudicate guaribili in circa una settimana. Sperava di farla franca, ma la serata si è conclusa con le manette.

Raggiunto da un altro militare, il quale lo ha inseguito tra gli alberi, Napoletano è stato immobilizzato e, al termine del sopralluogo, risultato negativo, il 27enne è stato accompagnato in carcere con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, tentata evasione e lesioni personali, su disposizione del pm di turno, Giovanni Gagliotta. Tuttavia, il gip non ha convalidato l'arresto e l'uomo è stato scarcerato poco dopo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta la fuga durante la perquisizione e spintona un carabiniere. Nei guai un pastore

LeccePrima è in caricamento