Una coppia in manette per abusivismo, un 40enne passa dai domiciliari al carcere

Un 63enne di Veglie e la moglie di quattro anni più giovane arrestati per una casa abusiva. Un uomo di Gallipoli in cella per fatti del 2009

Foto di repertorio

VEGLIE – Due coniugi in manette a Veglie. Nella mattinata di oggi sono stati raggiunti dai carabinieri della stazione locale per essere sottoposti ai domiciliari. Si tratta di Sigismondo Giannotta, di 63 anni e di Angelika Hurbert, di 59: dovranno espiare tre mesi di reclusione e pagare una multa di 20mila euro per una costruzione abusiva. Il provvedimento, dello scorso 5 ottobre, è stato disposto dall’Ufficio esecuzione penale della Procura della Repubblica di Lecce.

Due giorni addietro, inoltre, i carabinieri della stazione di Gallipoli hanno invece eseguito un’ordinanza di sostituzione della misura cautelare: dai domiciliari passa al carcere. Roberto Parlangeli, un 40enne del posto disoccupato e ristretto alla misura, dovrà scontare due mesi di reclusione in cella perché ritenuto colpevole della mancata esecuzione dolosa del provvedimento del giudice.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti nel marzo del 2009, in Brianza. Al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato presso il carcere di Borgo San Nicola, alle porte di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento