menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Pesta 35enne col tacco sul viso. Il fidanzato gli sbatte testa sull’asfalto: arrestata coppia di rapinatori

L'episodio è avvenuto alle 7 del mattino di ieri, nei pressi della stazione di servizio in via Merine. Un uomo, ferito in più parti del corpo, ha chiamato la polizia e ha raccontato di essere stato aggredito e rapinato. Rintracciati gli autori: sono due conviventi neretini

LECCE- Una misteriosa vicenda, che presenta ancora diversi punti oscuri, si è conclusa con le manette per una coppia.  Nella mattinata di ieri, gli agenti della sezione volanti assieme a quelli del commissariato di Nardò, hanno tratto in arresto Lucio My, di 36 anni e Annunziata Elia di  39, conviventi e residenti nella cittadina: risponderanno di rapina e lesioni in concorso, ai danni di un 35enne leccese.

Tutto è cominciato intorno alle 7 del mattino, quando la vittima ha telefonato al numero 113 per segnalare un’aggressione da parte di una coppia di individui, all’interno della stazione di servizio “Q8” di via Merine. Una volta sul posto, gli agenti hanno accertato la presenza del giovane in stato di agitazione, con il volto  pieno di escoriazioni ed ecchimosi varie, poi refertate presso  l’ospedale di Lecce e giudicate guaribili in 30 giorni.

Il ferito ha raccontato che, qualche ora prima, era stato avvicinato dalla coppia e, dopo essersi intrattenuti a parlare, sono andati a bere qualcosa assieme. Terminato la bottiglia di prosecco, peraltro offerta dal 35enne, la donna avrebbelo avrebbe colpito al volto con il tacco della scarpa. L'intento, apparentemente, era quello di strappagli il borsello. Lo avrebbe inoltre anche graffiato all'altezza del collo. Anche il compagno, dal canto suo, ha contribuito al pestaggio: avrebbe afferrato la vittima per capelli, spingendogli più volte la testa contro l’asfalto. I due fidanzati si sono poi allontanati, lasciandolo per terra, in forte stato di choc.

Tramite le immagini della videosorveglianza dell’area di servizio, dove i tre hanno sostato, e le indicazioni fornite dall’aggredito, gli agenti sono risaliti al proprietario della vettura e quindi ai due individui, poi identificati nella mattinata di ieri.A seguito di perquisizione, è stata recuperata la somma di 270 euro, e gli effetti personali sottratti a malcapitato. I due sono stati arrestati su disposizione del pm di turno, Francesca Miglietta, e ristretti ai domiciliari nella propria abitazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    La questura informa: proroga permessi di soggiorno

  • Cucina

    Trìa, pasùli e mùgnuli: la ricetta della signora Laura

  • Fitness

    Rassodare il seno, ecco gli esercizi da fare

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento