Cronaca Via Giuseppe Libertini

Aggredisce agente nello sgombero: arrestato e processato un 35enne

In Piazza Libertini era in corso lo smontaggio di un'attrazione per bimbi per dare seguito al sequestro preventivo effettuato giovedì scorso. Il figlio della titolare ha reagito. Giudicato per direttissima: 4 mesi e pena sospesa

LECCE – Lo sgombero di quell’attrazione per bambini, in Piazza Libertini, era nell’aria. La reazione violenta contro un agente di polizia municipale un poco meno. Il fatto si è consumato nella mattinata di oggi, durante le operazioni di smontaggio della struttura dei tappeti elastici, quando Divier Capriolo, 35enne, figlio della titolare, ha tentato di interrompere l’attività della municipale e degli operai iniziando a scaricare dal furgone tutto quello che vi veniva accatastato.  

Non è stato semplice per gli agenti gestire la concitazione del momento, e uno di loro è dovuto ricorrere alle cure mediche dopo aver subito delle lesioni. L’uomo, fermato a fatica, è stato condotto presso gli uffici del comando. Con il parere del pubblico ministero di turno è stato arrestato per violenza, minaccia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Processato per direttissima, gli è stata inflitta una condanna a quattro mesi,  con pena sospesa.

Giovedì scorso la polizia municipale era intervenuta per apporre i sigilli del sequestro preventivo: la titolare dell’attrazione non avrebbe versato nelle casse del Comune il corrispettivo della Tosap, la tassa per l’occupazione del suolo pubblico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce agente nello sgombero: arrestato e processato un 35enne

LeccePrima è in caricamento