menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La pistola sotto sequestro.

La pistola sotto sequestro.

A spasso con una pistola alterata e cinque proiettili: in manette

Un 33enne di Zollino, domiciliato a Martano, è stato arrestato dai carabinieri di Soleto: all’interno di uno zaino l’arma calibro 38 e le munizioni

MARTANO – Un normale controllo “anti Covid” si conclude con le manette. Alberto Specchia, un 33enne di Zollino,scampato a un agguato nei mesi scorsi e attualmente domiciliato a Martano, è stato infatti arrestato dai carabinieri della stazione di Soleto con l’accusa di porto illegale di arma da fuoco e alterazione dell’arma. Tutto è cominciato nella serata di ieri, sulla strada provinciale che collega Martignano a Sternatia. I militari hanno intimato l’alt al 33enne e sottoposto a una perquisizione l’abitacolo della Fiat Bravo sulla quale stava viaggiando.

SPECCHIA Alberto-2All’interno di uno zainetto, sul sedile del passeggero, gli uomini dell’Arma hanno rinvenuto una pistola a tamburo calibro 38, con matricola alterata e 5 proiettili inseriti. Il materiale è stato immediatamente sequestrato assieme a un cellulare per successivi accertamenti sulla provenienza e sull’utilizzo. Al termine delle formalità di rito, Specchia è stato accompagnato nel carcere di Lecce dai carabinieri.

La scorsa estate, nel mese di agosto, il 33enne era stato colpito da alcuni proiettili, mentre si trovava in sella alla sua moto. Ignoti, con l'intento di ucciderlo, gli hanno svuotato addosso un intero caricatore: sette i colpi. L'episodio, alle 6 del mattino, si era verificato nel centro abitato di Soleto. L'uomo non era noto, fino a quel momento, alle forze dell'ordine: mai alcun problema o vicenda di natura giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento