menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I poliziotti con le armi sequestrate.

I poliziotti con le armi sequestrate.

Nel giardino di casa due fucili illegali: in manette un 39enne

Un uomo di Taurisano, noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato nella tarda serata di domenica dagli agenti del commissariato locale: sequestrate le armi

TAURISANO – Dal giardino accanto alla casa spuntano due fucili, di cui uno a canne mozze: scatta l’arresto. Giacomo Cera, un 39enne di Taurisano noto alle cronache locali anche per una vecchia aggressione nei confronti delle forze dell'ordine, è stato fermato dagli agenti del commissariato locale nella serata di ieri. I poliziotti si sono infatti presentati alla sua porta, per eseguire una perquisizione.

Già da tempo gli uomini del commissariato, guidati dal vicequestore Salvatore Federico, tenevano il 39enne sotto osservazione, monitorandone i movimenti. Il sospetto era proprio quello che potesse detenere delle armi illegali all’interno dell’abitazione. Il sopralluogo ha confermato quell’ipotesi: nel giardino, sono stati trovati i fucili da caccia, entrambi con matricola abrasa.

Una delle armi era stata modificata con il taglio delle canne: si tratta di un metodo, utilizzato tra gli esperti di armi, per  facilitarne il trasporto. I fucili, apparentemente in ottimo stato, erano stati nascosti tra le varie cianfrusaglie che l’uomo accumulava in una sorta di deposito all’aperto e ora saranno sottoposti ai dovuti accertamenti per poter risalire alla matricola e all’eventuale utilizzo in qualche grave delitto. Le armi sono state, quindi, sequestrate e Cera, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce,  accompagnato in carcere con l’accusa di detenzione illegale di armi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento