Perseguita il vicino di casa: in tre ore gli incendia porta di casa e auto, finisce in carcere

Un 48enne leccese è stato arrestato all’alba di oggi dagli agenti della sezione volanti. Lo hanno fermato dopo un doppio episodio ai danni della vittima

Foto di repertorio.

LECCE – Incastrato dalla sua stessa furia cieca. Perseguita il vicino di casa da tempo: dopo aver bruciato anche la porta di casa della vittima, tenta di dare fuoco anche all’auto. Finisce in carcere Angelo Leo, un 48enne leccese, accusato di atti persecutori e minacce gravi ai danni del malcapitato. Nelle ultime ore, gli agenti della sezione volanti lo hanno fermato in flagranza di reato mentre, intorno alle 3 e mezzo, stava dando fuoco alla porta dell’appartamento del vicino, al sesto piano di una palazzina in via Taranto, dove ha annerito persino il pianerottolo.

Come se non bstasse, appena tre ore dopo l'accaduto, ha anche tentato di danneggiargli la vettura parcheggiata nella via. Dopo l’episodio avvenuto nella notte e domato dai pompieri, infatti, Leo è tornato in azione all’alba. Alle 6 di questa mattina ha cosparso di benzina la parte anteriore e posteriore del veicolo, ma la vittima si è accorto dell’accaduto e ha allertato la polizia.

Gli atti persecutori erano cominciati nei confronti del malcapitato già a partire dal 2017: episodi seriali che la vittima aveva denunciato presso gli uffici delle forze dell'ordine. Al termine dell’intervento, il personale della questura ha condotto il 48enne presso il carcere di Borgo San Nicola, a Lecce, su disposizione del sostituto procuratore presso la Procura della Repubblica di Lecce, Donatina Buffelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

Torna su
LeccePrima è in caricamento