Fallimento ex “La Velialpol”, arrestato per bancarotta il commercialista

Sconterà una pena di oltre quattro anni e sette mesi il 70enne di Santa Cesarea Terme, coinvolto nella vicenda giudiziaria degli anni scorsi e relativa all’ex istituto di vigilanza, che ora ha cambiato completamente società e gestione

Foto di repertorio.

LECCE – In manette il commercialista dell’ex “Velialpol”, l’agenzia di sicurezza privata, ormai da tempo passata a una gestione completamente nuova. Pasquale Pino, il professionista 70enne di Santa Cesarea Terme, coinvolto nella vicenda giudiziaria assieme  ai due fratelli, rispettivamente amministratore di diritto e amministratore di fatto della vecchia società.

Quest’ultima, fallita nel 2016, si è trasformata in “Ivip srl”, per poi passare all’ultima, attuale gestione, completamente estranea alla vicenda. Il 70enne è stato raggiunto, nella giornata di ieri, dagli agenti di polizia della squadra mobile leccese, guidati dal vicequestore Alessandro Albini. Il commercialista dovrà infatti espiare una pena residua complessiva di quattro anni, sette mesi e dieci giorni di reclusione, per il reato di bancarotta fraudolenta. Il provvedimento, poi notificatogli dalla polizia, è stato emesso dall’Ufficio esecuzioni penali del Tribunale del capoluogo salentino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indagine, avviata dai militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza, era stata concentrata sulla presunta distrazione di una somma di circa 10 milioni di euro, avvenuta tramite degli artifici contabili. Tra le accuse mosse ai tre protagosnisti della vicenda, vi erano anche quelle relative all'occultamento della documentazione fiscale,  rendendo complessa la ricostruzione dei movimenti e l'aver piazzato un ex dipendente, di fatto come prestanome, come titolare della società costituita successivamente. Società che, lo ricordiamo, nulla a che vedere con l'attuale istituto di vigilanza "Ggs la Velialpol".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento