Cronaca

Dopo un'incursione riuscita, ne tentava un'altra: sorpreso e fermato

Un uomo, originario di Bari, è stato arrestato dagli agenti della polizia stradale dopo essere stato notato in via Sticchi, all'ingresso di un'abitazione

Il denaro, la refurtiva e il materiale sequestrato.

MAGLIE – Approfittando del caldo afoso di una domenica pomeriggio, stava per forzare l’ingresso di un’abitazione in via Sticchi, a Maglie dopo aver visitato un'altra casa, poco distante. Ma una pattuglia di agenti in servizio presso il locale distaccamento della polizia stradale lo ha sorpreso, inseguito e fermato.

Filippo Leto, 56 anni di Bari, è stato arrestato ma non prima di aver tentato la fuga a bordo della scooter di grossa cilindrata con il quale aveva raggiunto il suo “obiettivo” e poi anche a piedi. Addosso gli sono stati trovati monili d’oro – provento del furto consumato precedentemente e che aveva riposto un portamonete – e banconote per 335 euro.

All’uomo, che aveva con sé anche due ciacciavite, sono stati contestati i reati di furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale, contraffazione e guida senza patente perché revocatagli nel 2005. Lo scooter è stato posto sotto sequestro.

Nell’ottobre del 2012 finì in manette su disposizione del gip del Tribunale di Taranto perché ritenuto responsabile di diversi furti in villa nel Tarantino: in quella circostanza gli fu fatale un Ipad localizzato dai carabinieri che seguirono il segnale fino ad un’auto parcheggiata proprio a breve distanza dal domicilio dell’allora 52enne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo un'incursione riuscita, ne tentava un'altra: sorpreso e fermato

LeccePrima è in caricamento