menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di archivio.

Foto di archivio.

Minacce al padre e poi l’aggressione nel giorno di Capodanno: in manette

Un uomo di Novoli fermato, nelle ultime ore, dai carabinieri della stazione di Novoli: è accusato di violenza nei confronti del genitore convivente. A Calimera, 44enne passa dai domiciliari al carcere

NOVOLI – Dopo le vessazioni psicologiche e le minacce, aggredisce il genitore convivente. Nei mesi era divenuto sempre più violento nei confronti del padre, ma a Capodanno è finito in manette. È accaduto nelle ultime ore, a Novoli, dove i carabinieri della stazione locale hanno arrestato in flagranza di reato un uomo del luogo. L’indagato, ormai da tempo, avrebbe assunto degli atteggiamenti minatori e aggressivi verso la vittima.

Ma nella giornata di ieri, l’ennesima lite è sfociata in violenza. Intervenuti i militari dell’Arma, l’uomo è stato subito bloccato. Al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato nel carcere di Lecce. Sono stati inoltre i carabinieri della stazione di Calimera a eseguire, sempre nella giornata di ieri, un’ordinanza sostitutiva dei domiciliari con la custodia cautelare in carcere.

La misura emessa dalla Corte di Appello di Lecce nei confronti di Danilo Carlino, un 44enne del luogo. L’uomo era  ristretto presso la sua abitazione per reati contro il patrimonio. Evaso e poi sorpreso dai militari in flagranza, è stato trasferito in cella, a seguito della richiesta di aggravamento della misura disposta dall’autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento