Cronaca

Evade dai domiciliari, finisce in carcere anche per aggressione a ex moglie

La donna, da Racale, ha chiamato i carabinieri raccontando di aver subito calci e pugni. L'uomo è stato rintracciato poco dopo

RACALE – Era circondata dai suoi figli minorenni quando i carabinieri della stazione di Racale sono arrivati presso la sua abitazione. In chiaro stato di agitazione, poco prima aveva telefonato al 112 raccontando di essere stata picchiata dall’ex marito, che si era intanto allontanato, con calci e pugni. Una storia a quanto pare non nuova.

I militari lo hanno rintracciato poco dopo a Ugento, dove l’uomo era ristretto ai domiciliari in seguito ad una misura cautelare emessa nell’ambito di un procedimento penale per fatti analoghi. Si tratta di un 38enne, nuovamente arrestato in flagranza di reato per lesioni personali e per evasione.

Il pubblico ministero di turno, Antonio Negro, ha disposto il trasferimento presso il carcere di Borgo San Nicola. La donna è stata visitata da personale medico che ha riscontrato ecchimosi ed escoriazioni in varie parti del corpo, con una prognosi di tre giorni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari, finisce in carcere anche per aggressione a ex moglie

LeccePrima è in caricamento