Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Tagliava cocaina pura con integratori alimentari. In manette il raffinatore

Un 40enne di Nardò è stato arrestato dai militari dell'aliquota operativa della compagnia di Gallipoli, perché sorpreso con 70 grammi di droga purissima, in un laboratorio allestito in casa. Lo stupefacente, finito sotto sequestro, veniva miscelato con una proteina del latte

Il materiale sequestrato dai carabinieri

NARDO’ – Proteine del latte vaccino nella “raffineria” improvvisata in casa. Ed è finito dritto in galera. Francesco Trinchera, un 40enne incensurato di origini neretine, è finito nel carcere di Borgo San Nicola di Lecce, intorno alle 22 di ieri sera. I carabinieri dell’aliquota operativa del Norm della compagnia di Gallipoli, coordinati dal tenente Ferdinando Angeletti, hanno infatti tratto in arresto l’uomo, perchè ritenuto responsabile del reato di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio.

Nell’abitazione dell’uomo, infatti, oltre a 70 grammi di cocaina purissima, del valore di alcune migliaia di euro, sono stati rinvenuti assieme ad una somma di 100 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio dell’uomo, ed un kit per il “btrinchera francesco-2usiness” costituito da nastro adesivo, bilancino di precisione, bustine e coltello per confezionare le dosi da immettere sul mercato.

Nel laboratorio allestito, e stanato, dai militari dell’Arma, inoltre, sono state rintracciate alcune confezioni di un integratore alimentare-  ricavato dal latte e generalmente utilizzato dai culturisti per aumentare la massa muscolare – impiegato da Trinchera per tagliare la droga. L’uomo, difeso dall’avvocato Tommaso Valente, è stato accompagnato presso l’istituto penitenziario, su disposizione del magistrato di turno, Paola Guglielmi, in attesa di essere ascoltato nelle prossime ore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagliava cocaina pura con integratori alimentari. In manette il raffinatore

LeccePrima è in caricamento