Una "Fabbrica” della droga in campagna. Sequestrate piante e chili di marijuana: arrestato bracciante

Un uomo di Lecce è stato fermato dagli agenti della squadra mobile a Magliano. In un’area recintata, nelle campagne, aveva allestito una sorta di industria con tanto di impianto di areazione. Lo stupefacente, sequestrato assieme a un centinaio di piante illegali, era anche nel congelatore

Un momento della conferenza stampa

MAGLIANO (Carmiano) – Ha destagionalizzato la produzione di marijuana: nonostante le temperature dicembrine, i poliziotti della squadra mobile si sono ritrovati davanti a una piantagione rigogliosa e iperproduttiva. La coltivazione illegale è stata scoperta nel pomeriggio di ieri, nelle campagne di Magliano, la frazione di Carmiano. Giovanni Carofiglio, un 52enne di Lecce incensurato e insospettabile, è stato arrestato dal personale della squadra mobile leccese, guidato dal vicequestore aggiunto Sabrina Manzone. Dopo il sequestro di un’altra piantagione simile, effettuato sempre dai poliziotti della questura leccese un mese addietro, dalle parti di via Adriatica, i controlli si sono spostati anche nell’hinterland.

Nell’area recintata, sono sp9798-2untati alcuni tendoni da campeggio adibiti a serre. Scattata la perquisizione dei locali, i poliziotti hanno scoperto una vera e propria coltivazione “ industriale” di marijuana. Otto piante di altezza media sono state sequestrate assieme ad altre 77 alte un metro e 45. Sono anche state trovate piantine interrate in bicchieri di plastica, 89 vasi in plastica con la radice e parte del fusto della pianta di marijuana recisa, residui di marijuana essiccata. E non è tutto.

Durante le verifiche, gli agenti hanno scoperto 16 buste in plastica contenenti in totale 600 grammi lordi di “maria”, un involucro in cellophane contenente un pezzo di hashish del peso di 29 grammi lordi, cinque scatole con semi illegali, un bilancino elettronico, una bilancia digitale, un estrattore in metallo di forma cilindrica utilizzato per recuperare cannabis. All’interno di un congelatore, inoltre,  vi erano quattro sacchetti contenenti due chili e 600 grammi di marijuana,  mentre all’interno di un secchio sono stati rinvenuti tre sacchi di tela plastificati contenenti un impasto della stessa sostanza di un chilo e 600 grammi.DSC_8123-3-2

In uno sgabuzzino adibito a camera da letto di Carofiglio sono stati trovati due "pezzi"  di marijuana del peso di 20 grammi. Una vera e propria fabbrica dotata di impianto di aerazione e riscaldamento costruita in un deposito di una ex carrozzeria preso in affitto dall’arrestato. Quest’ultimo dormiva su un giaciglio ricavato all’interno di uno piccolo magazzino in cui custodiva alcune delle piante di marijuana. Il 52enne ha giustificato la presenza dello stupefacente per uso personale, ma è finito nei guai.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL VIDEO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento