Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Assieme ad amici rapinò anziani coniugi. Dai domiciliari va in carcere

Un 22enne di Taurisano, arrestato nel 2013 per un episodio ai danni di una coppia del posto, è stato trasferito nell'istituto penitenziario, dove sconterà oltre cinque anni di detenzione. La revoca della precedente misura è stata eseguita dagli agenti del commissariato locale

Il carcere di Lecce

TAURISANO – Dagli arresti domiciliari è passato al carcere. Pierre Luigi Malagnino, un 23enne di Taurisano, è stato infatti raggiunto dagli agenti di polizia del commissariato locale, i quali hanno eseguito un provvedimento restrittivo emesso dalla Procura della Repubblica di Lecce.

Il giovane è stato ritenuto responsabile dei reati di rapina e lesioni aggravate, con sentenza del gip del Tribunale di Lecce, riformata dalla sentenza della Corte d’Appello e divenuta definitiva. L’accusa è in concorso con altri e condannato alla pena di 5 anni e due mesi di reclusione, con una pena accessoria di interdizione dai pubblici uffici per cinque anni.

Al termine delle formalità di rito, il 23enne è stato trasferito presso il carcere di Borgo San Nicola, a disposizione dell’autorità giudiziaria competente. Due anni addietro, il giovane fu fermato assieme ad altri complici, dopo una rapina ai danni di una coppia di anziani di Taurisano.  Con un bastone in legno, poi rinvenuto, hanno immobilizzato e colpito le due vittime, fuggendo subito dopo con una somma di 200 euro e alcuni preziosi di famiglia.malagnino-pierre-luigi-2-2-2-3

 Le indagini, in quella occasione, finirono nelle mani dei carabinieri della compagnia di Casarano. I militari, nelle abitazioni di Malagnino e del complice minorenne, trovarono sia il bastone, sia gli abiti ancora intrisi di fango.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assieme ad amici rapinò anziani coniugi. Dai domiciliari va in carcere

LeccePrima è in caricamento