menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La compagnia di Casarano.

La compagnia di Casarano.

Maltrattava la ex: nei guai. Nel Casaranese scattano delle denunce a raffica

Nei guai a decine, nelle ultime ore, tra Copertino, Melissano e Ruffano. Un uomo in manette per alcuni, gravi episodi nei confronti della ex convivente

MELISSANO – Un uomo di Copertino è stato arrestato, nelle ultime ore, poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori commessi negli ultimi mesi del 2019 nei confronti della ex convivente. Catturato, dopo le formalità rito, è stato ristretto presso la propria abitazione in regime arresti domiciliari.

Diverse denunce, inoltre, sono scattate tra Melissano e la zona del Casaranese. Due ragazzi africani sono stati infatti fermati dai carabinieri del posto per truffa in concorso: tramite indagini, i militari hanno accertato che attraverso l’inserzione su un sito internet, i due avevano pubblicato la vendita fittizia di una Fiat 500. Il tutto dopo essersi fatti corrispondere, tramite vaglia postale, una somma di duemila euro come corrispettivo dell’acquisto da parte di un uomo, senza di fatto mai consegnare il veicolo acquistato. Nello stesso luogo, nei guai anche un detenuto per evasione: al momento dei controlli, i militari non lo hanno trovato in casa.

Tra i deferiti, anche una donna che, sottoposta ai domiciliari, è stata invece trovata in compagnia di un pregiudicato, violando dunque gli obblighi imposti dal tribunale. Anche un altro cittadino melissanese è stato deferito per atti persecutori, danneggiamento e violenza privata. Per futili motivi, ha danneggiato la porta di ingresso di una casa, usando il proprio furgone. Per porto abusivo di armi e oggetti atti a offendere sono stati invece denunciati due uomini di Ruffano: a bordo di una Fiat Panda, se ne stavano a spasso con un piede di porco della lunghezza di 60 centimetri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento