Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Uno ferisce la suocera, l’altro un agente per non lasciare l’ospedale: nei guai

Un arresto e una denuncia: il primo non voleva essere dimesso dal reparto di Psichiatria, l'altro ha rotto il femore a una 87enne

Il pronto soccorso del "Vito Fazzi" di Lecce

LECCE - Gli agenti di polizia sono stati costretti a due interventi nella giornata di ieri. In un primo episodio, intorno alle 15,30, sono stati allertati dagli infermieri del reparto di Psichiatria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce.  Un cittadino straniero, appena dimesso dalla struttura sanitaria, non voleva sapere di andarsene. Un poliziotto in servizio al pronto soccorso ha cercato in tutti i modi di esortare l’ex paziente ad allontanarsi. Ma quest’ultimo, senza fissa dimora, non sapeva proprio dove andare.

Una vicenda triste, poi degenerata nel giro di pochi secondi. Quando l’uomo, che intanto aveva cominciato a inveire contro l’agente e gli infermieri, è passato dalle minacce ai fatti. Ha sferrato pugni e calci contro il poliziotto, dandogli un morso sul braccio. On non poche difficoltà, il 25enne, originario del Mali, è stato bloccato, e arrestato per resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale. Con l’accusa di lesioni gravi, inoltre, è finito nei guai anche un uomo leccese, di 56 anni: ha dato una spinta violenta alla suocera, di quasi 90 anni.

La vittima, caduta sul pavimento, ha riportato una frattura al femore, poi curatale in ospedale. E’ stata giudicata guaribile nel giro id un mese. L’anziana, sentita dalla polizia, ha subito raccontato di essere stata strattonata  e spinta  dal genero, ora denunciato in stato di libertà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno ferisce la suocera, l’altro un agente per non lasciare l’ospedale: nei guai

LeccePrima è in caricamento