menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Uno maltratta la compagna e l’altro dà di matto sotto l’effetto di alcol: nei guai

Un arresto e una denuncia, nelle ultime ore, a Taurisano. Gli agenti di polizia del commissariato locale hanno fermato un 29enne e un 51enne, entrambi del posto. Un altro fermo dei carabinieri a Casarano

TAURISANO – Un arresto e una denuncia: è il bilancio delle attività del commissariato di Taurisano nelle ultime ore. Gli agenti hanno infatti fermato due individui che risponderanno, rispettivamente, delle accuse di maltrattamenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Il primo è finito in manette: si tratta di un pregiudicato 29enne della zona e noto alle cronache locali per diversi reati, ma del quale omettiamo le generalità a tutela della vittima dei presunti casi di maltrattamento. La donna, legata sentimentalmente al 29enne, si è rivolta alla sala operativa del 113 a seguito dell'ennesimo litigio violento. La vittima è stata aggredita anche davanti alla presenza dei figlioletti di 5 e 6 anni.

L’uomo era stato fermato dai poliziotti coordinati dal vicequestore Salvatore Federico per gli stessi motivi anche nel 2016. Ma non è tutto. I poliziotti taurisanesi hanno infatti deferito, nella serata di ieri, anche un latro individuo del posto. Si tratta di un 51enne, G.M., anche lui nome già noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti penali. È stato denunciato in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale: identificato dopo un tamponamento in paese, è andato in escandescenza davanti agli agenti. È risultato peraltro ubriaco.

Altro episodio di violenza a Casarano, dove i carabinieri della stazione locale hanno arrestato in flagranza un uomo per atti persecutori, avendo adottato, da circa un anno, nei confronti della ex convivente, condotte aggressive, sopraffattorie, denigratorie, vessatorie culminate con minacce di morte. Tutto questo, nonostante fosse sottoposto alla misura cautelare del divieto avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna. L'uomo ora è ai domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento