Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Nel sottotetto un piccolo arsenale e quasi sette etti di eroina: arrestato 40enne

La scoperta è avvenuta ieri, in un appartamento disabitato di Torre Suda, confinante con quello dell'arrestato. I carabinieri hanno rinvenuto 120 proiettili, la droga e diverse armi tra pistole e fucili. E' stato accompagnato in carcere, in attesa di chiarire la provenienza dell'intero materiale sequestrato

Armi e droga sequestrate dai carabinieri

TORRE SUDA (Racale) – Cresce l’attenzione sulle fenomeno del commercio di armi, nel Salento. Da tempo era tenuto sotto controllo fino a quando, nella mattinata di ieri, è scattata una perquisizione nella casa confinante alla sua, a Torre Suda, la marina di Racale. All’interno, i carabinieri della stazione locale, assieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casarano, hanno rinvenuto sette etti di eroina, fucili , 120 proiettili e pistole.

Gianluca Spiri, un 40enne del posto, già noto alle forze dell’ordine per armi e droga, è stato arrestato in flagranza dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione illegale di armi e munizioni.

All’interno del sottotetto dell’appartamento in disuso, i militari hanno rinvenuto otto boccette di metadone, 33 grammi di mannite, utilizzata per il “taglio” della droga. Oltre a un kit per confezionare dosi di droga tra cui:  un coltello ancora intriso di stupefacente e due forbici, due nastri da imballaggio e vari ritagli di buste,

La perquisizione   è stata estesa anche  nell’atrio retrostante l’abitazione, dove i carabinieri hanno rilevato alcune orme sul muro di recinzione. Oltre alle impronte delle scarpe, visibili sull’intonaco, anche una scaletta in ferro, per accedere alla proprietà confinante.

Nelle vicinanze, sotto una copertura in tegole, infatti, è spuntato altro materiale. Un fucile monocanna calibro 11, con matricola abrasa, una bascula per doppietta calibro 12,   una pistola scacciacani calibro 7,65 con matricola abrasa completa di caricatore e  cinque colpi. E non è tutto. L’arsenale non era ancora terminato: in quel deposito, anche una pistola scacciacani starter calibro 8, un’altra di fabbricazione spagnola calibro 6,35 completa di caricatore e dodici colpi. SPIRI Gianluca, n. Torino il 05.07.1975-2

Su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, Spiri è stato accompagnato nel carcere di Lecce, dove sarà ascoltato dagli investigatori. Le attenzioni dei militari dell’Arma sono ora concentrate sulla provenienza di tutto il materiale sequestrato, e anche sulla destinazione e l’eventuale utilizzo delle armi.

Nel corso delle ultime ore, la questione delle armi, rubate e detenute, sta alimentando le preoccupazioni degli inquirenti salentini. Soltanto nella giornata di ieri, da un appartamento alla periferia di Carmiano, utilizzato dal titolare di una ex armeria, sono stati rubati 17 fucili e cinque pistole. E,  una settimana addietro, un altro episodio simile si è, invece, verificato, a Montesardo, la frazione di Alessano. Anche in quel caso, i malviventi hanno sfondato gli armadietti, fuggendo con armi che è dato sapere dove siano destinate. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel sottotetto un piccolo arsenale e quasi sette etti di eroina: arrestato 40enne

LeccePrima è in caricamento