Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Sfugge all’alt e scappa a 160 chilometri orari. Nel veicolo banconote false e cocaina

Un parrucchiere 30enne residente a Merine, la frazione di Lizzanello, è stato arrestato in mattinata dopo uno spericolato inseguimento sulla Lecce-Vernole. Ha sorpassato l’auto dei carabinieri, ma è stato fermato: nell’abitacolo, 4 grammi di droga, denaro falso e duemila euro in contanti

VERNOLE – L’auto dei carabinieri è stata superata da una Ford Focus che viaggiava a velocità sostenuta e ne è nato un inseguimento. E’ accaduto in mattinata, intorno alle 9,30, sulla Lecce-Vernole, all’altezza di Strudà. Nonostante sulla via vi sia un cantiere, con tanto di birilli, il conducente ha superato le altre vetture aumentando sempre più la velocità.

Non si è fermato neppure davanti alle sirene. La folle corsa è proseguita per almeno cinque chilometri, fino alla seconda rotatoria per Vernole. Soltanto in quel momento i militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce,  guidati dal tenente Rolando Russo, sono riusciti a fermare l’uomo. Si tratta di Pronjaj Shkelzen, parrucchiere 30enne con salone a Borgagne di Melendugno, residente a Merine, la frazione di  Lizzanello. 

Durante l’inseguimento, il 30enne ha commesso diverse infrazioni al codice della strada, proseguendo a 160 chilometri orari.  Quando il limite è fissato, invece,  a 40. Una volta fermato, il parrucchiere ha fornito una versione dei fatti più che sospetta: ha dichiarato di non essersi accorto dei carabinieri alle sue spalle.PRONJAJ  SHKELZEN-2

Raggiunti anche dai colleghi delle stazioni di Vernole e Melendugno, nel frattempo impegnati nei posti di blocco alla ricerca di quel conducente,  il giovane è stato sottoposto a una perquisizione: oltre a 15 banconote da 20 euro l’una, palesemente false, e tutte con lo stesso numero di serie,  sono stati rinvenuti anche quattro grammi di cocaina, abilmente nascosta, e una somma di duemila euro n contanti. 

L’uomo è stato ristretto ai domiciliari, su disposizione del sostituto procuratore Carmen Ruggiero, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale, e detenzione di banconote false.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfugge all’alt e scappa a 160 chilometri orari. Nel veicolo banconote false e cocaina

LeccePrima è in caricamento