Sfugge all’alt e scappa a 160 chilometri orari. Nel veicolo banconote false e cocaina

Un parrucchiere 30enne residente a Merine, la frazione di Lizzanello, è stato arrestato in mattinata dopo uno spericolato inseguimento sulla Lecce-Vernole. Ha sorpassato l’auto dei carabinieri, ma è stato fermato: nell’abitacolo, 4 grammi di droga, denaro falso e duemila euro in contanti

Foto di archivio

VERNOLE – L’auto dei carabinieri è stata superata da una Ford Focus che viaggiava a velocità sostenuta e ne è nato un inseguimento. E’ accaduto in mattinata, intorno alle 9,30, sulla Lecce-Vernole, all’altezza di Strudà. Nonostante sulla via vi sia un cantiere, con tanto di birilli, il conducente ha superato le altre vetture aumentando sempre più la velocità.

Non si è fermato neppure davanti alle sirene. La folle corsa è proseguita per almeno cinque chilometri, fino alla seconda rotatoria per Vernole. Soltanto in quel momento i militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce,  guidati dal tenente Rolando Russo, sono riusciti a fermare l’uomo. Si tratta di Pronjaj Shkelzen, parrucchiere 30enne con salone a Borgagne di Melendugno, residente a Merine, la frazione di  Lizzanello. 

Durante l’inseguimento, il 30enne ha commesso diverse infrazioni al codice della strada, proseguendo a 160 chilometri orari.  Quando il limite è fissato, invece,  a 40. Una volta fermato, il parrucchiere ha fornito una versione dei fatti più che sospetta: ha dichiarato di non essersi accorto dei carabinieri alle sue spalle.PRONJAJ  SHKELZEN-2

Raggiunti anche dai colleghi delle stazioni di Vernole e Melendugno, nel frattempo impegnati nei posti di blocco alla ricerca di quel conducente,  il giovane è stato sottoposto a una perquisizione: oltre a 15 banconote da 20 euro l’una, palesemente false, e tutte con lo stesso numero di serie,  sono stati rinvenuti anche quattro grammi di cocaina, abilmente nascosta, e una somma di duemila euro n contanti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo è stato ristretto ai domiciliari, su disposizione del sostituto procuratore Carmen Ruggiero, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale, e detenzione di banconote false.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento