Estrae “speciale” pietra dal muretto a secco: era involucro di eroina. In manette 29enne

Un ragazzo di Corsano, già noto alle forze dell'ordine, è stato fermato nella serata di ieri dai carabinieri della stazione locale. Notato nelle campagne del paese, aveva con sé una confezione di 65 grammi di droga. In casa, inoltre, trovato denaro e dosi di metadone

La droga sequestrata

CORSANO – Detenzione ai fini di spaccio di eroina e di attrezzatura idonea al taglio e confezionamento di dosi di stupefacente. Queste le accuse con cui è finito nei guai Giovanni Martella, 29enne di Corsano, già noto alle forze dell’ordine, tratto in arresto nella serata di ieri dai carabinieri della stazione locale.

Il ragazzo, un volto conosciuto ai militari del posto, è stato notato aggirarsi nelle campagne del comune del basso Salento, in luoghi piuttosto insoliti per il parcheggio. Insospettiti, i carabinieri gli si sono messi alle calcagna senza farsi vedere, per chiarire dove fosse diretto. Il 29enne si è avvicinato ad uno dei tipici muretti a secco e, dopo aver scostato una pietra, ha prelevato un oggetto.

Immediatamente è scattato il controllo. L’oggetto misterioso si è rivelato essere una “pietra” di eroina del peso di ben 65 grammi. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso ai carabinieri di Corsano di rinvenire una serie di attrezzi usati per il taglio e il confezionamento di singole dosi di stupefacente, oltre a due bottigliette contenti “metadone”.MARTELLA GIANNI PER STAMPA-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche il metadone era illegalmente detenuto poiché il giovane non è in cura presso alcun Sert della zona. Ingente anche la somma in denaro trovata in possesso del fermato: si tratta di mille euro in banconote di piccolo taglio, provento certo di una pregressa e continua attività di spaccio. Concluse le formalità di rito e dopo aver dato avviso al sostituto procuratore ti turno della Repubblica di Lecce, Maria Vallefuoco, l’uomo è stato accompagnato nel carcere alle porte del capoluogo salentino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Esce in bici e poi telefona alla famiglia: "Mi sono perso". Ore di ansia per un 80enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento