Punta il coltello contro i genitori per ottenere denaro. In carcere un 29enne

Un ragazzo di Alessano è stato fermato, nella serata di ieri, dai carabinieri della compagnia di Tricase. Dopo l'ennesimo litigio in famiglia, nel quale il giovane ha persino minacciato padre e madre con una lama, è finito in manette con l'accusa di estorsione e maltrattamenti

Foto di repertorio.

ALESSANO – Sotto i fumi dell’alcol, in diverse occasioni ha minacciato i genitori, per chiedere loro del denaro. Fino a quando, nella serata di ieri, al termine dell’ennesimo, violento litigio, Fabio Toma, 29enne di Alessano, già noto alle forze dell’ordine, è infatti finito in manette con l’accusa di maltrattamenti in famiglia ed estorsione ai danni dei propri parenti.

Davanti a un’altra richiesta di somme di denaro, ne è scaturito un alterco che ha costretto i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase, guidato dal luogotenente Giuseppe Stefanizzi, a intervenire sul posto per calmare gli animi. Sotto la minaccia di un coltello, ha minacciato padre e madre, fino all’intervento dei militari dell’Arma, che hanno messo la parola fine all’incubo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ragazzo, su disposizione del pm di turno Carmen Ruggiero, è stato accompagnato presso il carcere di Borgo San Nicola, alle porte di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento