Minaccia i genitori con le forbici per estorcere denaro. Bloccato un 27enne

Gli agenti del commissariato di Galatina sono intervenuti, nella notte, a Cutrofiano, per sedare una violenta lite scoppiata in famiglia. Il giovane, in più occasioni, avrebbe preteso contanti, e persino l’auto, pur non avendo la patente perché ritirata dopo uno stato di ebberezza

Foto di repertorio

 CUTROFIANO – Poco prima dell’una della notte, una donna di Cutrofiano si è rivolta al numero di pronto intervento per segnalare una forte lite in famiglia. Sul posto sono giunti gli agenti del commissariato di Galatina. I poliziotti hanno trovato la donna per strada, in un forte stato di agitazione, a causa dell’ennesimo, violento diverbio con il figlio di 27 anni. Residente presso la casa dei genitori, il ragazzo avrebbe minacciato più volte padre e madre, per richiedere continue somme di denaro.

Oltre all’utilizzo dell’auto di famiglia, nonostante non avesse neppure la patente di guida perché ritirata dai carabinieri per guida in stato di ebbrezza alcolica. Stefano Alemanni è finito in manette, dopo l’ultimo episodio, avvenuto nella serata di ieri, in cui avrebbe puntato un paio di forbici contro la vittima, per l’ennesima pretesa di contanti e del veicolo.

Gli agenti hanno trovato le stanze in uno stato di disordine e la rottura del vetro di un quadro appeso nel corridoio,  durante il quale il 27enne si è anche procurato una ferita alla mano, hanno confermato l’accaduto. Con le forbici tra le mani, infatti, Alemanni ha continuato a inveire contro il padre persino alla presenza dei poliziotti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Disarmato, e visto il suo stato d’ira, è stato affidato alle visite dei sanitari del 118, per essere medicato. Al termine della visita, è stato condotto in caserma dove è scattato l’arresto con le accuse di  estorsione, violenza privata, minacce aggravate verificatesi nell’ambiente della famiglia. D’intesa con il pm di turno, Antonio. Negro, il giovane è stato accompagnato presso il carcere di Lecce. Le forbici sono state sequestrate e il 27enne sarà difeso dall’avvocato Livio Cesare Ziani del Foro di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento