Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Estorsioni al pregiudicato, finisce in carcere uno dei due fratelli

I carabinieri hanno eseguito un ordine di custodia cautelare nei confronti di Cristian Mazzeo, 29enne, accusato nel 2011 di aver preteso denaro da un uomo ai domiciliari. Dovrà scontare una pena residua di oltre un anno

Il carcere Borgo San Nicola di Lecce

CALIMERA  - Lo hanno arrestato i carabinieri di Calimera, nel corso del pomeriggio di martedì. Cristian Mazzeo, un 29enne residente a Castrì di Lecce, noto alle forze dell'ordine, è finito in carcere in seguito ad un ordine di custodia cautelare, dove dovrà scontare una pena residua di un anno e nove giorni  di reclusione, perchè accusato del  reato di estorsione.MAZZEO CRISTIAN-2-2

L'uomo è stato, infatti,  colto sul fatto dai militari  della compagnia di  Maglie nel mese di febbraio del 2011. Assieme a suo fratello Stefano, più anziano di due anni, è stato sorpreso mentre si recava nell'abitazione di un pregiudicato, a Vernole, per riscuotere somme di denaro. Raggiunto dagli uomini dell'Arma, il 29enne  ha tentato persino una fuga a folle velocità, a bordo della sua Renault Twingo. Ma, in quell'occasione, è stato bloccato assieme al famigliare 31enne.

Nelle tasche di entrambi, durante le perquisizioni, sono stati rinvenute diverse banconote, ritenute provento dell'attività illecita a "conduzione familiare". Durante le indagini è emerso che l'uomo ai domiciliari  sarebbe stato costretto a versare i soldi, in quanto minacciato da diverso tempo dai due. Minacce di morte che avrebbero avuto un certo effetto, perché l'uomo ha temuto anche per l'incolumità del figlio. La vicenda sarebbe andata avanti fin dall'inizio di febbraio e, comunque, i carabinieri monitoravano ormai da tempo i fratelli Mazzeo, proprio perché notati in più occasioni, sempre a bordo della stessa auto, davanti all'abitazione dell'uomo ristretto ai  domiciliari.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsioni al pregiudicato, finisce in carcere uno dei due fratelli

LeccePrima è in caricamento