Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Evade dalla comunità, ma finisce in carcere. Nuovi guai per uno stalker 30enne

Un uomo di origini napoletane, ai domiciliari in una struttura di Presicce, si è allontanato, giorni addietro, senza autorizzazione. Era detenuto dal mese di ottobre per maltrattamenti nei confronti della moglie e furti. Il Tribunale di Napoli ha disposto il trasferimento nell'istituto penitenziario

Foto di repertorio

PRESICCE  - Si è allontanato dalla comunità presso la quale è ospite, a Presicce, ma è stato rintracciato e trasferito in carcere. Christian Lepore, un 30enne originario della provincia di Napoli, noto alle forze dell’ordine, era infatti ristretto agli arresti domiciliari dal mese di ottobre, presso la struttura “La Sorgente”, nel piccolo comune del Capo di Leuca, per alcuni reati relativi ad alcuni furti a casi di stalking nei confronti della moglie.Lepore per stampa-2

Quest’ultima, di origini africane, lo aveva denunciato per svariati episodi di maltrattamenti e violenze subite anche in stato di gravidanza, nonché del furto di alcuni beni personali. Tratto in arresto dai carabinieri della tenenza di Quarto Flegreo, e trasferito nel Salento, ha comunque violato gli obblighi imposti dalla misura restrittiva.

Nel corso della serata dello scorso 10 dicembre, il 30enne è uscito dall’edificio senza alcuna autorizzazione, e nei suoi confronti è scattata un’ordinanza di ripristino della custodia cautelare in carcere, emessa dall’undicesima Sezione penale del Tribunale di Napoli sezione penale. I militari dell’Arma della stazione di Presicce gli hanno dunque notificato il provvedimento, e Lepore è stato accompagnato in cella, presso l’istituto penitenziario del capoluogo salentino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dalla comunità, ma finisce in carcere. Nuovi guai per uno stalker 30enne

LeccePrima è in caricamento