Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Evade i domiciliari e minaccia suocero e convivente: ma finisce in carcere

Un 29enne di Lecce è stato trovato fuori casa, nonostante la misura restrittiva. In cella anche un 49enne di Nardò, detenuto dal 2012 per maltrattamenti in famiglia

LECCE – Evade i domiciliari e poi minaccia sia la convivente, che il suocero: finisce in manette. Marcello Impellizzeri, 29enne leccese sottoposto alla misura restrittiva, è stato arrestato nel pomeriggio di ieri dai carabinieri. I militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia del posto lo hanno infatti raggiunto, nel rione Salesiani, nell’abitazione in cui sta scontando la pena per ilIMPELLIZZERI MARCELLO,-2 reato di spaccio di stupefacenti.

Durante il controllo, però, il 29enne non era in casa: è stato rintracciato poco dopo, mentre rincasava assieme alla sorella. Ma alla vista dei carabinieri, Impellizzeri ha  mostrato segni di agitazione  e nervosismo. Ha minacciato di morte convivente e suocero, accusandoli di aver denunciato la sua evasione. E’ stato accompagnato in caserma e dichiarato in arresto per evasione.di gesu' antonio-3

Il pm di turno presso la Procura della Repubblica, Stefania Mininni, ha disposto il trasferimento nel carcere di Borgo San Nicola.  Nell’istituto penitenziario ci è finito anche Antonio Di Gesù, operaio 49enne di Nardò già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato infatti raggiunto dai carabinieri neretini, ieri, i quali gli hanno notificato un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Velletri, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali colpose nei confronti della consorte, cinque anni addietro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade i domiciliari e minaccia suocero e convivente: ma finisce in carcere

LeccePrima è in caricamento