Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Ladro seriale va in caserma per la firma con la bici rubata. Poi sottrae mezzo al termine di un’udienza: in cella

Un 47enne, già noto alle cronache per furto in abitazione, furti aggravati e ricettazione, è stato raggiunto dai carabinieri e accompagnato in carcere. Diversi gli episodi a lui contestati, tutti tra febbraio e il mese di maggio

LECCE – Col vizietto di appropriarsi dei monopattini altrui, in un caso si presenta per l’obbligo di firma ai carabinieri persino su una bici rubata e il cui furto è stato denunciato proprio in quella stazione. E poi ancora al termine di un’udienza in tribunale al termine della quale, invece di rincasare per la scadenza del permesso, ha pensato di perpetrare un altro colpo. Questa volta finisce in cella. La scorsa notte, i militari della stazione di Santa Rosa hanno eseguito a Lecce l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Lecce, nei confronti di Daniele Leotta 47enne di origini baresi e domiciliato a Merine: l’uomo è particolarmente noto alle cronache locali e alle forze dell’ordine per un colpo in un’abitazione, furto aggravato di mezzi a due ruote e ricettazione.

Alla sua identià gli uomini dell’Arma sono arrivati attraverso una serie di accertamenti, legati soprattutto alla visione dei filmati delle telecamere piazzate nelle strade. Tramite quei video, sono risaliti alla ricostruzione di almeno quattro furti di monopattini e uno in abitazione, tutti messi a segno nel periodo compreso tra il mese di febbraio e maggio. Il valore dei tre mezzi elettrici è rispettivamente di 400, 600 e 350 euro. Si tratta di colpi consumati in strada nel centro leccese dove, in una circostanza, l’indagato si sarebbe appropriato del mezzo dopo aver rotto la catena da un palo. In un altro episodio, invece, il monopattino era stato parcheggiato nei pressi di un negozio in pieno centro cittadino e, in ultimo, il 47enne ne avrebbe asportato uno dall’interno di una palazzina condominiale dove si sarebbe furtivamente intrufolato.

Appena pochi giorni fa infine, Leotta  è stato nuovamente segnalato in Procura: già sottoposto alla misura cautelare personale dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria proprio per i vari, precedenti reati, aveva raggiunto la caserma di Santa Rosa utilizzando una bicicletta, del valore di 500 euro circa, il cui furto è stato denunciato presso quello stesso comando L’uomo è stato quindi raggiunto presso la propria abitazione nel corso della nottata dove è stato arrestato: secondo quanto disposto dall’autorità giudiziaria è stato accompagnato in carcere. Sarà difeso dall'avvocato Raffaele Benfatto del Foro di Lecce.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladro seriale va in caserma per la firma con la bici rubata. Poi sottrae mezzo al termine di un’udienza: in cella
LeccePrima è in caricamento