Denunciato all’alba per furto, tenta altri due colpi nella mattinata. Arrestato 19enne

Un ragazzo di nazionalità romena è stato ristretto ai domiciliari nella tarda mattinata, dagli agenti delle volanti. Dopo essere stato deferito all'alba per tentato furto in una ditta, ha nuovamente provato a mettere a segno due colpi in città: in un appartament e in una scuola. Ma è stato sorpreso sul fatto

Foto di archivio

LECCE – E’ stato segnalato da alcuni cittadini alla polizia. Poco prima delle 13, alcuni residenti del rione San Pio, a Lecce, si sono infatti rivolti alle volanti della questura per denunciare il tentativo di furto in una palazzina della zona, in via Bagnara Casale.

Secondo le descrizioni fornite dai testimoni, ad agire sarebbe stato un ragazzo con delle cicatrici vistose sul volto, tatuaggi riconoscibili e uno smanicato di colore addosso. Di certo un abbigliamento tutt’altro che discreto. Nel giro di alcuni minuti, un giovane corrispondente all’identikit è stato fermato nei pressi del centro sportivo “Icos”, dopo aver forzato anche una delle porte di ingresso di una scuola di via Taranto.

Beccato in flagranza di reato, è stato accompagnato presso gli uffici della questura, per accertamenti. Si tratta di Marius Duda, un 19enne di nazionalità romena. Ma proprio nel momento in cui il giovane veniva identificato, è giunta in questura anche la proprietaria dell’appartamento di San Pio, oggetto del primo tentativo di furto.

La malcapitata ha raccontato ai poliziotti che, mentre si trovava in casa assieme a un nipotino di 16 mesi, una delle due  figlie, spostatasi in camera da letto, ha sorpreso un uomo intento a rovistare nell’armadio. Il ladro, oramai scoperto, è saltato dalla finestra nel cortile del palazzo. Si è dato alla fuga nonostante i tentativi dei condomini di bloccarlo.

La donna ha, quindi, riconosciuto il fermato come autore del tentativo di furto. Soltanto nelle prime ore del mattino, inoltre, il 19enne era stato denunciato in stato di libertà con l’accusa di furto e danneggiamento. Sorpreso da alcune guardie giurate all’interno dei magazzini della ditta “Cog srl”, in via Irlanda, specializzata nella vendita di radiatori. All'arrivo dei poliziotti del quarto turno e dei viglanti, intorno alle 5, il vetro di una finestra era stato mandato in frantumi e, lì accanto, il responsabile aveva anche piazzato una pedana per accedere con più facilità all'edificio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Visti i colpi in poche ore, è stato arrestato per il reato di tentato furto in abitazione e, su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica, Paola Guglielmi, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Covid, sei positivi in provincia di Lecce. Rollo: “Presenti in via temporanea”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento