Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Via Benedetto Croce

Arraffa preziosi e un pc da una casa. I proprietari rientrano e lo fanno arrestare

Un 37enne di Lizzanello, già noto alle forze dell'ordine per precedenti specifici, è finito nei guai con l'accusa di tentato furto. Aveva già prelevato la refurtiva da un'abitazione del suo comune ed era pronto alla fuga. Ma è stato colto sul fatto e fermato

La stazione dei carabinieri di Lizzanello

LIZZANELLO – Sarebbero bastati altri cinque minuti e l’avrebbe fatta franca. E, invece, i proprietari di casa sono rientrati in quell’istante, sorprendendo il ladro con la refurtiva in mano, già pronto per darsela a gambe. Ma è finito in manette.

Andrea Mazzeo, un 37enne di Lizzanello, già noto alle forze dell’ordine per precedenti specifici, è stato arrestato intorno alle 19,30, con l’accusa di tentato furto. Si è introdotto in un’abitazione di via Benedetto Croce, nel comune dell’hinterland leccese, e si è messo sulle tracce del bottino. Un gruzzoletto he ha costruito cassetto dopo cassetto, arraffando monili in oro e altri oggetti preziosi, ai quali ha anche aggiunto un personal computer.                                                                                                                                

Rincasati i proprietari, davanti alla scena hanno chiesto i soccorsi, allertando vi vicini e i carabinieri della stazione locale. I militari dell’Arma, supportati dai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce, guidati dal tenente Alessio Perlorca, hanno tratto in arresto l’uomo, cogliendolo in flagranza di reato. Su disposizione del pm di turno, Giuseppe Capoccia, il 37enne è stato ristretto al regime degli arresti domiciliari, presso la propria abitazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arraffa preziosi e un pc da una casa. I proprietari rientrano e lo fanno arrestare

LeccePrima è in caricamento