Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Un buco sull’azienda confinante e poi via con pneumatici per 40 mila euro

Un 24enne foggiano arrestato nella notte, per un furto nella zona industriale di Lecce. Caccia ai complici

L'azienda dalla quale si è introdotto

LECCE – Maxi furto nella zona industriale di Lecce, dopo aver sfondato due muri. Sono spariti 200 pneumatici e materiale di risulta da una ditta locale, ma uno dei ladri viene scoperto e arrestato: si tratta di Giovanni Conte, un 24enne di Cerignola, nel Foggiano. Ricercati al momento altri complici.  Nelle prime ore di questa notte, una volante della polizia ha sorpreso il ragazzo all’interno di un tir risultato rubato, parcheggiato nell’azienda “vetreria del Salento”, adiacente a quella colpita: la “Cml”. La stessa presa di mira anche lo scorso gennaio, quando i ladri asportarono altri 150 pneumatici, prelevando un carico destinato al Cnh Industrial, dopo aver oscurato le videocamere. In quell'occasione, i malviventi hanno colpito i magazzini della Trasmar srl, all'interno della stessa area di Cml.

La scorsa notte, intanto, il muro di cinta è stato parzialmente divelto dai malviventi: hanno infatti creato un muro, coprendolo con un telo di colore verde per non dare nell’occhio.  Un foro circolare nel alto oltre un metro e largo 80 centimetri. Il giovane ha giustificato la sua presenza all’interno dell’azienda privata dicendo di aver trovato il cancello aperto, senza indicare ai poliziotti delle volanti con chi avesse appuntamento, né per conto di chi dovesse effettuare il carico.

Da un controllo più accurato, si è accertato che il cancello dal quale il 24enne era entrato si presentava senza lucchetto e con evidenti smerigliature sulle staffe. Nella parte retrostante del capannone, inoltre, la conferma del  buco, effettuato sul muro che divide quell’azienda da un’altra. Persino l’erba, abbastanza alta in quel punto, era stata calpestata da poco dal passaggio di un mezzo pesante che non era quello controllato dagli agenti. Un ulteriore cancello che conduce in una zona di campagna da cui passano dei binari che si dirigono verso la ditta adiacente a quella dove era stato trovato il camion era stato spalancato.

Nei pressi del foro vi erano tre pneumatici abbandonati, segno che i malviventi non erano riusciti nel loro intento poiché sicuramente interrotti dall’arrivo delle pattuglie. nonostante fossero riusciti a dileguarsi  a bordo di un altro mezzo pesante pieno. Stando alle stime del proprietario della Cml, mancherebbero all’appello circa 200 pneumatici, per un valore di 40mila euro. Il fermato, noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato per furto aggravato in flagranza ed in concorso con altri. Sono state avviate altre indagini per cercare di risalire ai complici del ragazzo e alla refurtiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un buco sull’azienda confinante e poi via con pneumatici per 40 mila euro

LeccePrima è in caricamento