Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Parabita

Notato da un poliziotto mentre si impossessa del ciclomotore. Nei guai 19enne

Un ragazzo di Parabita è stato scoperto da un agente libero dal servizio, che ha subito segnalato l’accaduto ai carabinieri. Assieme a un altro individuo, riuscito a fuggire, ha cercato di rubare uno scooter parcheggiato per strada

PARABITA  - E’ stato accusato di furto in concorso. Antonio Russo, 19enne di Parabita, operaio incensurato, è stato fermato nella serata di ieri dai carabinieri della stazione locale in piazza Terranova. Un poliziotto in servizio a Bari, libero dal servizio, ha segnalato la presenza sospetta di quel giovane ai militari. L’agente ha riferito di aver notato il 19enne alle prese con il furto di un ciclomotore, in una via del paese, e sono scattate le ricerche.

Nello specifico, il poliziotto ha riferito di aver scoperto due giovani armeggiare vicino a uno scooter parcheggiato poco distante. Gli stessi dapprima hanno cercato di forzarlo ma non  riuscendoci, lo  hanno spostato di peso dietro a  un’autovettura per provare nuovamente a metterlo in moto e a portarlo via.

Il poliziotto, notando la scena, inizialmente li ha seguiti senza farsi notare per capire le loro effettive intenzioni e poi, acclarato che si trattava di un furto, dopo aver contattato il 112, poco prima che si allontanassero ne riusciva a fermarne uno mentre l’altro è riuscito a dileguarsi a piedi per le vie limitrofe.  Terminati gli accertamenti di rito,  Russo è finito in manette e, su disposizione del pm di turno presso al Procura della Repubblica di Lecce presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notato da un poliziotto mentre si impossessa del ciclomotore. Nei guai 19enne

LeccePrima è in caricamento