Ubriaco al volante sfascia arredi urbani, aggredisce poliziotti e fugge: fermato

Un 35enne gallipolino è stato arrestato nella serata di domenica, con non poche difficoltà, dagli agenti delle volanti. Durante la marcia a elevata velocità ha anche danneggiato un’auto in sosta

LECCE – Ubriaco al volante, rifiuta di effettuare i test alcolemico e tossicologico. Poco prima aveva danneggiato gli arredi urbani del centro storico di Lecce: arrestato Daniele Costante, 35enne di Gallipoli. L’uomo è stato accusato di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato, guida in stato di ebbrezza e rifiuto di sottoporsi agli accertamenti sanitari. Tutto è accaduto in città nella tarda serata di ieri, quando gli agenti della sezione volanti sono intervenuti fermando in flagranza il 35enne. Intorno alle 21, infatti, alla sala operativa della questura è stato segnalato un Fiat Doblò che marciava a forte velocità, rischiando di travolgere i passanti.

Durante il tragitto, peraltro, il conducente ha urtato una vettura in sosta e il proprietario ha allertato il 113. I poliziotti hanno notato il veicolo segnalato uscire da Piazza Duomo, per poi svoltare in direzione di Via Vittorio Emanuele II. Nonostante l’alt, le sirene e i lampeggianti, il 35enne non si è fermato. Ha proseguito fino a quando i poliziotti sono riusciti a bloccarlo nei pressi della Chiesa di Sant’Irene, poco prima di Piazza Sant'Oronzo. Il furgoncino aveva la parte destra completamente danneggiata e il 35enne in visibile stato di ubriachezza. Alla richiesta degli agenti di fornire le proprie generalità, senza alcun apparente motivo, è andato in escandescenza, indirizzando insulti e minacce agli agenti. Non è tutto. Nei confronti di due poliziotti sono anche partiti sputi e colpi sul volto. Dopo l’ennesimo scatto d’ira, ha anche sferrato unm ceffone in pieno viso uno degli operatori della questura.

Anche una volta all’interno della volante, il 35enne ha continuato a sferrare calci e a danneggiare la vettura del 113. Così come sono continuati sputi e offese alla polizia. Gli agenti di polizia locale, sopraggiunti per fornire supporto, avevano intanto rilevato come, poco prima, il 35enne aveva anche distrutto le fioriere ornamentali di via delle Bombarde, riverse per terra e danneggiate. Idem per la segnaletica verticale e per due contenitori dei rifiuti. Al termine dei controlli, il 35enne è stato arrestato e posto ai domiciliari presso la sua abitazione, dopo l’udienza di convalida fissata oggi per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Paura nella notte: fulmine su palazzina sveglia i residenti, danni a elettrodomestici

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento