Sorpresi durante un furto, tentano la fuga dal solaio: tre in arresto

Un cittadino ha notato il fare sospetto e ha allertato la polizia. L'argenteria mancante da un appartamento non è stata ritrovata

LECCE – La polizia è stata allertata nella tarda mattinata di ieri da un cittadino e quando gli agenti delle volanti sono arrivati in un condominio in piazza Ariosto hanno subito notato i tre individui sospetti precipitarsi verso l’ultimo piano.

Il tentativo di fuga è stato però compromesso dalla circostanza che la porta di accesso al solaio fosse chiusa a chiave e così la banda è stata acciuffata. Aveva preso di mira un appartamento il cui proprietario ho denunciato il furto di oggetti d’argenteria, non ancora ritrovati, il che lascia presupporre che un quarto componente sia riuscito a farla franca con la refurtiva. In manette sono finiti Janelidze Gogita, di 35 anni, Mamporia Mamuka, di 39, e il 29enne Gachechiladze Vazha. Sono noti alle forze dell’ordine per episodi analoghi commessi in altre province.

Nel sopralluogo presso l’abitazione, effettuato dopo gli arresti, gli agenti hanno notato che la serratura era apparentemente intatta, ma ben presto si è scoperto che era stata praticata la stessa tecnica applicata sempre più di frequente dai professionisti del furto: con dei grimaldelli viene sganciato il nottolino, il che consente di aprire anche porte blindate senza effrazioni. I grimaldelli, in effetti, sono stati ritrovati all’ingresso, del tutto simili a quelli sequestrati in occasioni di altri furti perpetrati da cittadini georgiani.

Lite al Sert, una denuncia

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una lite si è consumata, sempre nella tarda mattinata di ieri, presso il Sert di Lecce, a quanto pare per futili motivi. Protagonisti un montenegrino di 37 anni e un marocchino di 39 anni: il primo ha sferrato un pugno al secondo che ha reagito inseguendolo con una forbice. Il gesto gli è costato una denuncia a piede libero per porto abusivo di oggetto atto ad offendere, mentre il 37enne è stato deferito per lesioni lievi avendo procurato all’altro una piccola lesione sulla fronte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento