Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Ladri d’auto a bordo di una costosa Alfa rubata nel Salento: inseguiti e in arresto

Un 41enne e un 39enne fermati a Carovigno, la scorsa notte. Si trovavano alla guida di una vettura rubata a Presicce il 21 luglio

Targhe e attrezzature sequestrate.

PRESICCE – Due ladri, noti alle cronache brindisine, nei guai: erano a bordo di un’autovettura rubata in provincia di Lecce. Daniele Lo Martire, di 41 anni e Gianluca Andriani, di 39, entrambi brindisini. Sono stati fermati dai militari di San Vito dei Normanni, a Carovigno. Scorandriani-gianluca-classe-1979-2-2razzavano per le strade della cittadina alla guida di una Alfa Giulietta Quadrifoglio, rubata lo scorso 21 luglio, a Presicce.

La costosa vettura, del valore di 50mila euro, con targa svizzera, ha da subito destato i sospetti dei carabinieri che tenevano comunque i due sotto osservazione. Inseguiti dall’auto civetta dell’Arma, i due si sono fermati nei pressi di un altro veicolo e uno dei due è sceso, appoggiandosi sulla carrozzeria con un arnese in mano. I due, evidentemente, erano a caccia di altri veicoli da rubare. Ma si sono accorti dell’arrivo della seconda pattuglia dei carabinieri, nel frattempo allertata. Il conducente è salito velocemente sull’Alfa, ingranando la retromarcia. Nella fuga, i militari hanno dovuto evitare un violento speronamento della Giulietta lanciata a folle velocità. lo-martire-daniele-classe-1977-2-2

Ma i due arrestati si sono ritrovati di fronte l’altra pattuglia delle forze dell’ordine. Nelle manovre per evitare l’impatto, i due si sono schiantati contro una Punto parcheggiata in zona e hanno rotto il semiasse anteriore. Tentata la fuga a piedi, sono stati inseguiti e acciuffati dagli uomini dell’Arma, dopo una violenta colluttazione costata delle ferite a due carabinieri. Nel corso della perquisizione, Lo Martire è stato trovato in possesso di uno scanner elettronico, usato per clonare i codici dei veicoli di accensione per Lancia, Fiat e Alfa Romeo. Nelle abitazioni dei due, inoltre, rinvenuti attrezzi per effrazione, targhe rubate, autoradio e chiavi di accensione. Sono in corso ulteriori accertamenti per stabilire provenienza e che fine abbiano fatto i veicoli rubati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri d’auto a bordo di una costosa Alfa rubata nel Salento: inseguiti e in arresto

LeccePrima è in caricamento