Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

A caccia di tartufi bianchi nel Brindisino, ma sul terreno altrui: due arresti

Un 55enne e un 30enne di Corigliano d’Otranto scoperti dai carabinieri a Oria

Foto di archivio (@TM News/Infophoto)

CORIGLIANO D’OTRANTO – In trasferta fino a Oria per rubare  merce “preziosa” in cucina:. tartufi bianchi. Sono finiti nei guai, in flagranza di reato, due salentini. Si tratta di Giuseppe Lolli, di 55 anni, e di Stefano Donno, 30enne, entrambi di Corigliano d’Otranto.

I carabinieri del comune fortificato del Brindisino, nella giornata di ieri, stavano eseguendo dei controlli finalizzati al contrasto dei reati contro il patrimonio quando hanno notato due individui all’interno di un fondo agricolo privato.  Da immediate verifiche è emerso come i due si fossero introdotti all’interno dell’area appartenente a un’azienda, con sede a Francavilla Fontana.

 Sono stati praticamente sopresi a sottrarre circa 600 grammi di tartufi bianchi. La refurtiva, al termine delle formalità di rito, è stata restituita ai proprietari. I due, invece, ristretti al regime degli arresti domiciliari su disposizione del magistrato di turno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A caccia di tartufi bianchi nel Brindisino, ma sul terreno altrui: due arresti

LeccePrima è in caricamento