“C’è un ladro in quella casa”: 36enne nascosto tra i mobili con la refurtiva

Un 36enne di Tricase è stato scoperto dai carabinieri in un appartamento del centro. Aveva addosso ori e denaro delle vittime

I gioielli rubati nell'abitazione

TRICASE – Topo d’appartamento beccato sul fatto. Donato D’amico, 36enne di Tricase, stato scoperto in mattinata da una pattuglia dei carabinieri del posto. Intorno a mezzogiorno, infatti, i militari sono stati allertati per un colpo in un appartamento nel centro della cittadina.  Dopo aver circondato la casa, per impedire ogni via di fuga ai malviventi, gli uomini dell’Arma hanno fatto irruzione, alla ricerca del ladro.

Il 36enne si trovava all’interno, nascosto tra i mobili. Alla vista dei carabinieri, ha cercato di scappare, ma è stato fermato immediatamente. Addosso aveva gioielli in oro e una somma in contanti di mille e 500 euro. Accompagnato presso gli uffici della caserma, D’Amico è stato identificato e dichiarato in arresto. E’ stato ristretto ai domiciliari, mentre l’intera refurtiva restituita ai proprietari.D'AMICO DONATO.-2

Ulteriori indagini sono ancora in corso per stabilire se il 36enne possa essere anche l’autore di altri furti simili, e se sia stato notato recentemente sul luogo dei colpi perpetrati in diverse abitazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Fiamme e fumo sulla collina di Lido Conchiglie. Si sospetta l'origine dolosa

  • Rave nelle campagne, musica sparata per ore: sgomberati in circa 300

  • Molesta la barista e fugge, ma dopo un’ora ritorna e lo riconoscono

Torna su
LeccePrima è in caricamento