Cronaca Via Luigi Tasselli

Rubano ori per 12mila euro, fermati topi d’appartamento: uno incastrato da foto

Gli agenti hanno arrestato un 46enne e denunciato un uomo di due anni più giovane, per il furto in un condominio in zona Settelacquare. Uno è stato fermato sul fatto, con la refurtiva, l'altro ha tentato la fuga: ma un documento di identità lasciato incautamente nei paraggi lo ha incastrato

Foto di repertorio

LECCE – Colto con le mani nel sacco a pochi istanti dal furto. Intorno alle 19 di ieri, una volante della polizia è stata inviata in Via D’elia, dove erano state notate persone sospette all’interno di un condominio.

Un cittadino aveva, infatti, notato due individui sospetti varcare il cancello dell’area condominiale al civico 6. Gli agenti hanno subito eseguito un sopralluogo all’interno del parco. E dal portone della palazzina hanno visto uscire la coppia di uomini descritti poco prima. Uno dei due, alla vista del personale della questura, ha immediatamente fatto rientro nel condominio, mentre il secondo è stato bloccato dagli agenti. Quest’ultimo è Ivan Bongiorno, leccese di 46 anni.

Poco distante dal luogo in cui è stato fermato Bongiorno, i poliziotti hanno rinvenuto una borsa in tela, di colore rosso, con all’interno una federa di cuscino contenete diversi monili in oro e argento, per un valore approssimativo di circa 12mila euro euro. Sempre nei paraggi, alcuni istanti dopo, è sbucato anche il kit per lo scasso composto da un martello e da uno scalpello. Sono state avviate, immediatamente, le ricerche del secondo malvivente. Gli agenti, in via Tasselli, alle spalle dell’isolato, hanno controllato una moto “Yamaha”, sulla quale era poggiato un casco integrale e un marsupio. All’interno, sia i documenti personali di G.N., 44enne leccese, sia un un libretto contenente delle prescrizioni per la sorveglianza speciale.

Dalla foto del documento di identità, nessun dubbio: il proprietario della moto era il complice del ladro fermato poco prima. Rintracciato dagli inquirenti, è stato denunciato in stato di libertà per concorso nel furto. Bongiorno, intanto, è stato accompagnato presso il carcere di Lecce, su disposizione del pm di turno.

La refurtiva recuperata è stata riconsegnata alla vittima, una donna residente nel condominio che, dopo aver scoperto il furto, ha accusato un malore, tanto da rendere necessario l’intervento del 118.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano ori per 12mila euro, fermati topi d’appartamento: uno incastrato da foto

LeccePrima è in caricamento