Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Ruba pc e smartphone dal centro commerciale. Fermato 29enne, caccia al complice

Un uomo di origini polacche è finito in manette, nella notte, perché trovato con apparecchi tecnologici sottratti dagli scaffali del "Marco Polo Expert" di Cavallino. A sorprenderlo, i vigilantes dell'istituto Sveviapol i quali lo hanno poi consegnato ai militari. Ricercato l'amico

Il centro commerciale di Cavallino

CAVALLINO – Una vetrina mandata in frantumi e la porta alle spalle dell’edificio manomessa, e spalancata, non lasciavano presagire nulla di buono. E neppure il sistema di allarme disattivato pareva essere un buon segnale. E' stato tutto molto chiaro sin dai primi istanti ai vigilantes dell’istituto privato Sveviapol che, nella notte, hanno fermato un ragazzo, accusato di aver rubato tre compuDSC00842-2ter portatili e quattro telefoni cellulari, prelevati poco prima delle 23, dagli scaffali dei magazzini del “Marco Polo Expert" presso il centro commerciale “E. Leclerc” di Cavallino. Compresa nel bottino, inoltre, anche una somma di 50 euro, arraffata direttamente dal registratore di cassa.

Swiatek Brzezinski Wojciech, di  origini polacche e senza fissa dimora è finito, infatti, in manette, a seguito dell’intervento dei carabinieri di Cavallino e dei colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce, intervenuti su segnalazione delle guardie giurate. Un secondo complice, avvistato all’interno della struttura, sempre a volto scoperto, ha tentato la fuga riuscendoci a diseptto del 29enne. Sebbene le telecamere lo abbiano immortalato e ora i nastri, al vaglio degli inquirenti,  potrebbero rivelarsi determinanti nell'identificazione.

DSC00848-2All’interno della borsa del 29enne - che alla vista degli uomini in divisa, ha cercato di mimetizzarsi all'interno del magazzino, sperando di non essere notato - i militari dell’Arma hanno rinvenuto la refurtiva, per un valore che si aggira attorno ai 4mila euro, poi estituita al gestore dell’esercizio. Nella sacca, anche  un coltello a serramancio dotato di una lama di circa 10 centimetri. Il cittadino di nazionalità polacca è stato dapprima accompagnato in caserma per le formalità di rito, e poi trasferito su disposizione della Procura di Lecce, presso il carcere di Borgo San Nicola con l'accusa di furto aggravato, danneggiamento e possesso di arma bianca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba pc e smartphone dal centro commerciale. Fermato 29enne, caccia al complice

LeccePrima è in caricamento