Cronaca Viale Gioacchino Rossini

Cerca di costringere l'ex a indossare il velo e strapparle la figlia: arrestato

Un 28enne di nazionalità egiziano è stato fermato, nel primo pomeriggio, dal personale della questura. Ha dato appuntamento alla ex in un bar, le ha offerto 5mila euro per farsi consegnare la bimba di pochi mesi. Davanti al rifiuto della 27enne ha dato di matto

LECCE - Nel primo pomeriggio di oggi, una volante, ha notato una coppia litigare animatamente su viale Rossini. La donna alla vista della polizia ha imemdiatmente chiesto aiuto, per fermare l’ira del suo ex convivente, un egiziano di 28 anni.

Accomopagnata in ufficio, la 27enne neretina ha raccontato una serie di maltrattamenti che si sono succeduti da quando lei era rimasta incinta. Alla nascita della figlia, che ha ora pochi mesi, l’uomo l’avrebbe costretta a portare il velo in testa, inducendola in uno stato di vera e propria schiavitù, anche rubandole del danaro e privandola del cibo.

 Già per tre volte era stato richiesto l’intervento degli agenti soltanto nell’ultimo mese. Ma per paura di ritorsioni non aveva mai sporto denuncia. Dopo essersi allontanata da casa, trovando rifugio in quella della propria madre, la ragazza ha continuato a ricevere i trattamenti molesti da parte dell’uomo.

Questo pomeriggio l’ex convivente le ha dato appuntamento nei pressi di un bar, per consegnarle alcuni vestiti della figlia. Purtroppo era solo un tranello: una volta incontrata la ex convivente, l’uomo le avrebbe offerto la somma di 5mila euro per avere in cambio la figlia e portarla in Egitto dalla propria madre. Al rifiuto della donna le avrebbe strappato dalle mani il telefonino rompendolo, ritrovato successivamente dai poliziotti in tasca all’uomo. Lo straniero è stato condotto agli arresti domiciliari per maltrattamenti in famiglia, minacce gravi e rapina impropria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di costringere l'ex a indossare il velo e strapparle la figlia: arrestato

LeccePrima è in caricamento