menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Insulti e botte alla ex davanti ai 5 figli, poi le minacce di morte: fermato

La vittima, una 34enne montenegrina domiciliata nel campo sosta “Panareo”, ha allertato la polizia in preda al panico: arrestato un connazionale 36enne

LECCE – Fine di un incubo per una donna: dopo le raccapriccianti violenze, l'ex finisce in carcere.  “Mi svegliava  a forza di botte, sputi, insulti tanto da lasciarmi tramortita per terra...”.  Si è trovata di fronte il volto dell'uomo, inerpicato alla finestra del proprio domicilio, all’interno del campo sosta "Panareo", alla periferia della città. L’uomo stava cercando di entrare nell’abitazione, minacciandola di morte. La vittima ha allertato la polizia e lui, un 36enne montenegrino, è stato arrestato.

L’episodio a Lecce, la scorsa settimana. All’alba di martedì, infatti, gli agenti di polizia della sezione volanti sono intervenuti nella dimora indicata dalla donna, una connazionale 32enne, dove vivono anche cinque figli minorenni. Ha richiesto l’aiuto del 113 in preda alla paura: l’ex l’ha infatti minacciata di morte, qualora la donna non avesse ripreso a frequentarlo. I poliziotti sono stati a loro volta aggrediti dal 36enne, tenace nel cercare un contatto con la malcapitata. Nonostante la presenza del personale della questura, ha infatti continuato a urlare in strada con rabbia incontrollabile cercando più volte di raggiungere la donna, minacciando di ucciderla.

Bloccato immediatamente, è stato accompagnato negli uffici di via Otranto dove l’arrestato ha continuato ad avere un comportamento aggressivo, con minacce di morte rivolte alla sua ex compagna e alla sua famiglia, in particolare nei confronti della sorella e della madre, “colpevoli” di averla ospitata quando la donna ha deciso di lasciarlo, allontanandosi di nascosto insieme ai figli. Nel frattempo, la vittima ha formalizzato la denuncia raccontando che circa cinque giorni prima, dopo l'ennesimo episodio di violenza fisica subita dal suo ex,  si era trasferita presso l'abitazione della sorella, dove era appunto intervenuta la polizia.

Le violenza da parte dell’ex, ha raccontato la vittima, sarebbero avvenute sistematicamente in presenza dei cinque figli minorenni, di età compresa tra i  13 e i 4 anni. In un’occasione aveva sporto querela, nel 2017. Dopo quella querela, però, il comportamento del suo ex compagno era peggiorato, poiché si era vendicato sottoponendola a ulteriori violenze e minacce fino ad indurla a rimettere la denuncia. Considerato lo stato di agitazione della donna, è intervenuto sul posto anche il 118. La vittima e i suoi figli venivano condotti in una località protetta, mentre l’uomo arrestato e condotto presso il carcere di Borgo San Nicola, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento