Cronaca Litorale

Gioca a carte nel circolo ma per lui c’è un mandato d’arresto: in manette 43enne

L'ordine di carcerazione dal Tribunale di Venezia. Dovrà espiare 4 anni per reati legati allo spaccio di droga

Il carcere di Lecce

FRIGOLE (Lecce) – Sottoposto a una verifica nel circolo ricreativo, finisce in manette: aveva un mandato di carcerazione per quattro anni. Intorno alle 21,15 di ieri, gli agenti di polizia della sezione volanti hanno raggiunto un’associazione nella marina leccese, per ordinari controlli ai partecipanti.

Uno degli individui presenti, però, alla vista dei poliziotti ha cercato degli escamotage per eludere i controlli, allontanandosi a passo veloce e con le mani in tasca. Sospettando che l’uomo stesse nascondendo qualcosa, il personale della questura lo ha perquisito, senza trovare nulla di sospetto.

Al momento della verifica del documento di identità, però, a carico del 43enne è emerso un ordine di carcerazione. Nei confronti di Krenar Skendaj, infatti, il Tribunale di Venezia aveva emesso una sentenza, il 16 settembre del 2011, poi divenuta definitiva il 18 maggio dell’anno successivo per una pronuncia della Cassazione che dichiarava inammissibile il ricorso.Il 43enne è stato veniva accompagnato presso il carcere di Lecce, dove espierà  4 anni di reclusione per reati relativi all’attività di detezione e spaccio di stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioca a carte nel circolo ma per lui c’è un mandato d’arresto: in manette 43enne

LeccePrima è in caricamento