Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Salve

Espulso dal centro d'accoglienza, minaccia un operatore con il coltello

Arrestato a Salve un 21enne nigeriano. Momenti di forte tensione nella struttura, quando è spuntata l'arma da taglio

SALVE – Momenti di forte tensione si sono vissuti nel primo pomeriggio di oggi nell’Arca Hotel di Salve, struttura ricettiva adibita da tempo a centro d’accoglienza per migranti, a causa dei comportamenti molesti assunti da un ospite.

Sunday Edos, 21enne nigeriano, proprio a causa delle intemperanze, era stato espulso dal centro, ma a quanto pare non aveva alcuna intenzione di mollare gli ormeggi. A un certo punto, però, la situazione è degenerata, rischiando di declinare verso il peggio, quando è spuntato un coltello con il quale lo straniero ha tenuto in scacco uno degli operatori. Ed è stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine, per scongiurare gesti inconsulti.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Salve e del Norm di Tricase, ai quali hanno fornito supporto anche gli agenti di polizia del commissariato di Taurisano. Solo con l’intervento in massa, si è riusciti a disarmare il giovane, che è stato poi condotto in caserma.

Qui, ascoltato il pm di turno, s’è deciso per l’arresto. Il 21enne è stato condotto nel carcere di Borgo San Nicola, a Lecce, con le accuse di molestie, violenza privata e minacce nei confronti del dipendente della struttura. A quanto pare, tutto sarebbe nato da alcune avance continue nei confronti di una ragazza, un'altra dipendente, che avrebbero portato a una situazione complessa da gestire, fino alla decisione dell'allontanamento e alla deriva che ha assunto la vicenda nelle ultime ore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Espulso dal centro d'accoglienza, minaccia un operatore con il coltello

LeccePrima è in caricamento