Cronaca

Femminicidio nel Torinese: era di origini salentine la vittima accoltellata dal 34enne

La 44enne, che lascia una figlia, era al tavolo di un bar con l’assassino. L’uomo, marocchino e munito di regolare permesso di soggiorno, ha agito sferrando dei fendenti anche su due amiche della vittima

LUSERNA SAN GIOVANNI (Torino) –Aveva origini salentine la vittima dell’ennesimo femminidio avvenuto questa volta a Luserna San Giovanni, un comune nel Torinese e che ha portato gli inquirenti dell'Arma a stringere le manette ai polsi di Medhi Hounafi, un 34nne nato in Marocco e munito di regolare permesso di soggiorno, da tempo residente in Piemonte.

Carmen De Giorgi,  44enne nata a Pinerolo da una famiglia del Galatinese e madre di una figlia di 18 anni, sedeva a un tavolo del bar "Primavera" la scorsa notte, prima che l’assassino le scatenasse addosso la furia omicida, ferendo altre due donne.  Intorno all’una e mezzo qualcosa è andato storto: forse delle avance rifiutate o una lite degenerata, queste le prime ipotesi avanzate dai carabinieri, poi la tragedia. Il 34enne avrebbe pronunciato: “Tanto sono marocchino, Allah mi protegge”,  nell'atto di scagliarsi con spietatezza sulla 44enne, per poi colpire altre due amiche della vittima che si trovavano nei pressi della caffetteria.

Le avrebbe tutte ferite con una lama, sferrando dei colpi fra schiena e collo. Ma le lesioni provocate a Carmen si sono rivelate fatali: la 44enne, lavoratrice stagionale presso uno stabilimento nel quale viene imbottigliata acqua minerale, non ce l’ha fatta. I tagli le hanno provocato un’emorragia che l’ha strappata alla vita, davanti agli occhi impotenti delle sue conoscenti e della titolare del bar.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Femminicidio nel Torinese: era di origini salentine la vittima accoltellata dal 34enne

LeccePrima è in caricamento