Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

In darsena una barca con un carico di marijuana: eseguiti quattro arresti

A San Cataldo il natante era stato issato su un rimorchio. Gli agenti della squadra mobile sono intervenuti sulla Provinciale, in direzione Lecce, fermando due auto

LECCE – Sono 23 gli arresti effettuati dalla squadra mobile di Lecce negli ultimi otto mesi nell’ambito del contrasto al traffico di sostanze stupefacenti. Nel corso di quattro distinte operazioni sono stati  sequestrati cinque quintali di marijuana, 260 grammi di cocaina, quasi due chilogrammi di eroina.

Le attività, condotte in particolare dalla sezione antidroga, sono valse le congratulazioni del questore di Lecce, Pierluigi D’Angelo, che ha introdotto la conferenza stampa relativa all'ultimo intervento che ha portato all’arresto per detenzione a fini di spaccio di quattro uomini di nazionalità albanese, ma residenti nel Salento. I dettagli dello stesso sono stati poi illustrati da Sabrina Manzone, dirigente della squadra mobile (qui l'anticipazione data ieri sera).

A essere finiti in manette sono Gentian Danaj, 39 anni; Bruno Sotai, 29 anni; Aulon Milo, 29 anni; Edomond Dalipaj, 39 anni. Sono tutti incensurati, tranne l’ultimo che aveva subito un provvedimento di espulsione a seguito della scarcerazione avvenuta a inizio settembre. Sono stati fermati sulla Provinciale 364, che collega San Cataldo a Lecce, all’intersezione con via Carlo Piaggia in direzione del capoluogo.

Gli agenti, che erano sulle loro tracce grazie ad appostamenti e intercettazioni, li tenevano sotto controllo sin dalla darsena, dove la barca con un carico di tre quintali di marijuana - suddivisi in 278 panetti nascosti nei vani del natante - era stata issata su un rimorchio attaccato ad una Golf. Resta da capire se l’imbarcazione, lunga circa 6 metri, sia partita dalle coste albanesi o abbia fatto un trasbordo da qualche altro natante in mare aperto. Di certo c'è che sempre più spesso ricorre il nome di San Cataldo, la marina più vicina a Lecce, come punto d'approdo: una destinazione "storica" dei traffici illeciti, ma negli ultimi tempi meta di una attività ancora più intensa.

Le auto con i quali il gruppo si era recato nell’insenatura artificiale per recuperare il carico erano due, perché una seconda vettura fungeva da scorta. Tutti i mezzi, compresa la barca, erano regolarmente intestate ai membri del gruppo. Gli agenti della squadra mobile hanno perquisito anche le abitazioni, ritrovando appunti probabilmente riconducibili a contabilità, altri 17 grammi di marijuana e un documento falso.

(Qui il video con la droga sequestrata)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In darsena una barca con un carico di marijuana: eseguiti quattro arresti

LeccePrima è in caricamento