Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Scoperto a rubare, il proprietario lo mette in trappola dentro il garage

Un 28enne di Monteroni risponde di rapina impropria. La vittima aiutata da un parente e da un vigilante de "La Velialpol". Riuscito temporaneamente a scappare, è stato preso dai carabinieri

Foto di repertorio

MONTERONI DI LECCE – Aggredisce e minaccia il proprietario di un’abitazione, un suo parente e un vigilante mentre tenta il furto e finisce in arresto per rapina impropria. Nei guai è così finito Ivan Errini, 28enne di Monteroni di Lecce. Tutto è avvenuto intorno alle 23, quando la centrale operativa del dei carabinieri di Lecce, dopo segnalazione al 112, ha inviato una pattuglia dell’aliquota radiomobile a Monteroni.

Nella segnalazione, il proprietario di un’abitazione ha spiegato di aver scoperto un soggetto che stava tentando di rubare attrezzi da un garage. L’uomo sarebbe stato anche aggredito dal malvivente, nel tentativo di guadagnare una via di fuga. Ma, grazie a un parente e a una guardia giurata de “La Velialpol”, subito intervenuti, il proprietario è riuscito trattenere il malintenzionato all’interno nel garage.

Come sia stato così rapido l’intervento, è presto detto. Poco prima, lo stesso proprietario aveva già notato il soggetto, con il capo coperto da un cappuccio di felpa scuro, aggirarsi con aria circospetta davanti all’abitazione, per poi fermarsi nei pressi del cancello d’ingresso. Così, l’uomo ha avuto l’accortezza di chiamare l’istituto di vigilanza al quale è abbonato, rintracciando per telefono anche un parente, giunto subito sul posto con la guardia giurata. Nel frattempo, sono stati chiamati anche i carabinieri.

Insomma, si sospettava che il soggetto – poi identificato per Errini – volesse compiere qualche malefatta, e così, in effetti, era: i tre, infatti, hanno cominciato a sentire rumori provenienti dal garage, e prima dell’arrivo dei carabinieri, si sono avvicinati per capire cosa stesse succedendo. Si sono accorti che la saracinesca era stata sollevata e che attrezzi agricoli e una bicicletta erano stati già accumulati nei pressi dell’uscio.

Proseguendo tutti e tre all’interno, hanno notato la sagoma di un giovane. Si era nascosto dietro a una macchina agricola. Ormai scoperto, si sarebbe avvicinato cercando di ingannarli e spiegando di essersi nascosto nel garage per fuggire da alcune persone che lo stavano inseguendo. Ma appena il proprietario gli ha comunicato che erano in arrivo i carabinieri, il giovane avrebbe assunto un atteggiamento minaccioso e aggressivo, inizando a spintonare tutti cercando di farsi strada. Ma è stato bloccato tempestivamente all’interno del garage.

All’arrivo sul posto, però, i carabinieri non hanno rintracciato subito Errini. Questi, infatti, è riuscito a scappare approfittando di una piccola finestra che dà sul tetto, da dove è riuscito a scendere probabilmente tramite una scala lì adagiata, per poi dileguarsi attraverso i terreni confinanti.

ERRINI IVAN-2Durante le ricerche, i carabinieri hanno appreso che lo stesso giovane era stato scorto da una parente del padrone di casa mentre si aggirava furtivamente ancora nei pressi dell’abitazione, perché, come si scoprirà in seguito, il giovane durante la fuga aveva perso le scarpe e il giubbino e aveva intenzione di recuperarli, temendo che tramite quelli i carabinieri riuscissero a identificarlo.

Le ricerche si sono quindi intensificate nelle proprietà adiacenti, e in particolare in una villa, dove poco prima era scattato l’allarme. Qui, i militari hanno notato che una piccola finestra del deposito attrezzi era stata parzialmente divelta.

Con il consenso del proprietario di questa seconda casa, i carabinieri sono quindi entrati all’interno, scorgendo proprio nel deposito attrezzi lo stesso giovane, riconosciuto dai testimoni, che aveva tentato il furto in precedenza e che aveva aggredito il proprietario, il suo parente e la guardia giurata.

Bloccato e condotto in caserma, i carabinieri gli hanno contestato i reati di rapina impropria, violazione di domicilio e danneggiamento, e di comune accordo con il pm Roberta Licci, l’hanno arrestato e condotto in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto a rubare, il proprietario lo mette in trappola dentro il garage

LeccePrima è in caricamento