Cronaca

Durante la rapina la gioielliera si sente male: presi in due in meno di 48 ore

I responsabili del colpo di giovedì pomeriggio, ai danni di “Oro Idea”, in città, sono stati fermati dalla squadra mobile di Brindisi e di Lecce

La gioielleria rapinata giovedì (Luca Capoccia Photo)

LECCE – E’ durata meno di 48 ore la fuga dei due rapinatori della gioielleria “Oro Idea”, avvenuta a Lecce giovedì pomeriggio, in pieno centro. La coppia di malviventi è stata acciuffata dagli investigatori della squadra mobile di Brindisi e di Lecce  in mattinata e tratta in arresto: si tratta di due individui già noti alle forze dell'ordine.

L’accento brindisino, del resto, era uno dei primi indizi forniti dai testimoni agli inquirenti, negli istanti successivi al colpo. Ma non è tutto. Non soltanto la vettura, una Fiat Punto di colore grigio, è stata immortalata dalle videocamere e notata dai presenti, ma persino i volti dei rapinatori sono stati ben visibili sin dai primi istanti: hanno infatti agito a volto scoperto.

Tanto che gli stessi proprietari della rivendita, colpita in più occasioni da ladri e rapinatori, hanno divulgato i fotogrammi che ritraggono i malviventi armati di una pistola. Proprio a causa di quell’arma, peraltro, la titolare ha accusato un malore. I nomi saranno divulgati soltanto nel corso delle prossime ore, dalla questura brindisina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Durante la rapina la gioielliera si sente male: presi in due in meno di 48 ore

LeccePrima è in caricamento