rotate-mobile
Cronaca Cutrofiano

Nell’officina non autorizzata migliaia di parti di auto rubate: due arresti

In manette, nelle scorse ore, due uomini di Cutrofiano: si tratta di un 45enne e di un 20enne, ristretti ai domiciliari. La polizia li ha sorpresi a smontare componenti dai veicoli sottratti negli ultimi giorni

CUTROFIANO – Stavano "cannibalizzando" veicoli risultati rubati nel Salento. Beccati in flagranza di reato e accusati di ricettazione e riciclaggio di parti di auto: in due finiscono in manette. Si tratta di Francesco Greco di 45 anni e di Gregorio Serafini di 20, entrambi di Cutrofiano. Il primo è noto alle forze dell’ordine, il secondo incensurato. Tutto è cominciato nella giornata di ieri, nella cittadina dell’entroterra salentino: gli agenti della squadra mobile, assieme ai colleghi del commissariato di Galatina e della Polizia stradale, hanno eseguito un controllo di autodemolitori non autorizzati.

All’interno di uno stabile adibito ad officina e carrozzeria utilizzato dal 45enne, pluripregiudicato per la stessa tipologia di reato, i poliziotti hanno sorpreso l’uomo in compagnia del ragazzo più giovane: era intento a smontare una Fiat Panda dalla quale erano stati prelevati già dei pezzi e il cui furto era stato denunciato giorni prima. Stesse sorti per una Alfa Romeo Giulia, anche quella rubata il primo marzo.PHOTO-2022-03-16-13-59-32(1)-2

Durante le verifiche e i controlli sono state scoperte diverse migliaia di altri pezzi di carrozzeria, parti meccaniche, motori, centraline e componenti elettroniche di altri veicoli, alcuni dei quali ancora provvisti di numeri identificativi e forse appartenenti a ulteriori veicoli rubati di recente nel Salento.

 Sono in corso controlli per  accertare la presunta violazione delle norme ambientali sullo smaltimento di rifiuti speciali e delle norme sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. L’immobile e? stato posto sotto sequestro e i due dichiarati in arresto. Su disposizione della  Procura della Repubblica, per i due sono scattati i domiciliari presso le rispettive abitazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nell’officina non autorizzata migliaia di parti di auto rubate: due arresti

LeccePrima è in caricamento