Mercato dei pezzi di ricambio prelevati dai mezzi rubati: scoperta autofficina, due arresti

La polizia ha stanato un traffico di componenti meccaniche in un deposito di Cutrofiano: decine i furti di veicoli in tutta la provincia

Parte del materiale rinvenuto nell'autofficina

CUTROFIANO – Un’avveniristica officina, del tutto illegale, nella quale smontare, frazionare e recuperare pezzi di ricambio delle auto rubate. Il deposito è stato scoperto, dopo diversi appostamenti, da parte degli agenti del commissariato di Galatina, a Cutrofiano. I poliziotti, coordinati dal vicequestore Giovanni Bono, hanno scoperto il garage e l’attività di riciclaggio delle auto rubate, sulla via provinciale cDSC_1161-2he conduce a Supersano, e arrestato due individui.

Si tratta di Francesco Greco, 39enne del posto noto alle forze dell’ordine, proprietario della struttura, fermato alle prime luci del giorno assieme a Roberto Luceri, coetaneo nato a Paderborn, in Germania, ma residente nella cittadina salentina, anche lui noto alle banche dati della polizia. Quest’ultimo è stato sorpreso dagli agenti all’interno dell’officina, mentre tagliava parti di carrozzeria di vetture rubate. Dentro all’edificio, gli agenti hanno rinvenGRECO Francesco-2uto e posto sotto sequestro una quantità enorme di pezzi di motore e parti di carrozzeria di auto di  provenienza furtiva.

Tutto ciò che è finito nelle mani del personale del commissariato si trova ora in un deposito, in attesa di un inventario dettagliato. Nel momento iniziale della perquisizione i due stavano smontando una Ford Fiesta, rubata nelle precedenti ore a Taranto, e un pezzo di telaio con matricola che da successivi accertamenti nella banca dati dell’Aci, è risultata appartenente ad una Alfa Romeo Giulietta. Il proprietario, contattato telefonicamente, non si era neanche accorto del furto dell’auto poiché da due giorni non la utilizzava.LUCERI Roberto-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono stati inoltre riuniti pezzi di targhe che erano stati gettati in un bidone  e recuperato l’identificativo del telaio risultato appartenente ad una Fiat Panda, rubata a Lecce. Greco e Luceri, accompagnati in commissariato dopo le formalità di rito, sono stati dichiarati in stato di arresto per riciclaggio in concorso tra loro. Il valore del materiale sequestrato si aggira intorno alle diverse decine di migliaia di euro.                                            

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento