Cronaca

Trovato con due pistole clandestine e colpi in canna: nuovi guai per Sariconi

Il 39enne leccese, coinvolto nella gambizzazione di Davide Vadacca nel 2012, è stato accompagnato in carcere

Una delle due pistole sequestrate

LECCE – Tenuto sotto osservazione per alcuni giorni, è stato trovato con delle armi e arrestato. Nuovi guai per Alessandro Sariconi, il 39enne leccese noto alle forze dell’ordine perché accusato, in concorso, della gambizzazione di Davide Vadacca, la sera del 22 novembre del 2012, all’interno di una stazione di servizio sulla statale che collega Lecce a Brindisi.

Gli agenti leccesi lo hanno notato in una zona periferica della città. Sariconi si sarebbe mosso in maniera sospetta, tanto da indurre i poliziotti della sezione volanti a passare a una perquisizione. E’ scattato un controllo nell’abitazione dell’uomo: nascoste sopra un mobile della camera da letto, due armi clandestine. Si tratta di due pistole, delle quali una di fabbricazione straniera.DSC_0433-2

Una di calibro 7,62 ed una calibro 6,35 entrambe caricate con tre colpi, uno dei quali in canna. Sariconi, al termine dell’ispezione,  è stato tratto in arresto per ricettazione e detenzione illegale di armi clandestine perfettamente funzionanti e pronte all’uso. Per lui si sono aperte nuovamente le porte del carcere di Borgo San Nicola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato con due pistole clandestine e colpi in canna: nuovi guai per Sariconi

LeccePrima è in caricamento