Costringe tre ragazze straniere a prostituirsi nel Brindisino. Arrestato un 40enne

Un uomo di Campi Salentina è finito nei guai per sfruttamento della prostituzione. I carabinieri della stazione di Campi Salentina hanno effettuato indagini e appostamenti a partire dallo scorso anno: l'arrestato era solito prelevare le giovani donne da una casa presa in affitto, per poi condurle sul luogo di "lavoro"

La stazione dei carabinieri di San Donaci (BrindisiReport)

CAMPI SALENTINA  - Le indagini condotte dai carabinieri della stazione di San Donaci, nel Brindisino, lo hanno fatto finire nei guai. Fabio Pedata, un 40enne di Campi Salentina, è stato infatti ristretto al regime degli arresti domiciliari con l'accusa di sfruttamento della prostituzione. Il provvedimento, emesso dal gip del Tribunale di Brindisi nei confronti dell'uomo, è scaturito al termine di un'attività investigativa avviata nei mesi scorsi dai militari dell'Arma.

Avrebbe reclutato tre ragazze, tutte di nazionalità romena, rispettivamente di 28, 23 e 24 anni, costringendole a prostituirsi. Le giovani donne abitavano in un appartamento preso in affitto proprio a San Donaci, da dove Pedata era solito prelevarle al mattino, per poi riaccompagnarle in serata. Dopo una giornata di "lavoro". Le attendeva in una via nei pressi dell'abitazione, a bordo di una Fiat 500: le tre malcapitate andavano a comprare le confezioni di preservativi in una tabaccheria della zona, per poi salire in auto. Tutti e quattro si recavano, infine, in un  negozio di generi alimentari, dove facevano provviste di panini e bevande che sarebbero serviti nel corso della giornata. Un andazzo che è andato avanti fino all'intervento dei carabinieri.

Questi ultimi, infatti, diretti dal maresciallo Francesco Lazzari, hanno avviato un'intensa attività investigativa, concentrata soprattutto nell'arco temporale compreso tra i mesi di gennaio e quello di aprile dello scorso anno. Al termine degli accertamenti, i carabinieri hanno ritenuto che vi fossero gravi indizi di colpevolezza a carico del 40enne, segnalati all'autorità giudiziaria. In quei mesi, infatti, l'uomo era già stato fermato, e poi rilasciato, dalla polizia di Manduria. E sempre per lo stesso reato. Al termine delle operazioni di rito, a Pedata è stata notificata la misura di custodia cautelare, disposta presso la sua stessa abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento